Sei Nazioni 2018: immensa Scozia

scozia-inghilterra sei nazioni 2018La Scozia batte meritatamente 25 a 13 l’Inghilterra nella terza giornata del Sei Nazioni 2018

La Scozia gioca una grandissima partita e domina per lunghi momenti un’Inghilterra apparsa spaesata e inconcludente di fronte alla difesa e ai grillo talpa di un’immensa Scozia. La ottima performance del pacchetto scozzese è stata accompagnata dalla grande prestazione dei trequarti coordinati magistralmente da un ritrovato Russell.

La Scozia parte forte col grillo talpa di Gilchrist e la conseguente punizione di Laidlaw che fa 3 a 0; al 14esimo Watson riprova il grillo talpa ma stavolta gli va male e Owens concede agli Inglesi un calcio che Farrell sfrutta per pareggiare.
Un minuto più tardi, con un po’ di fortuna sui rimpalli, Huw Jones trova la via della meta; Laidlaw trasforma il 10 a 3. Sul restart la Scozia concede un facile piazzato che Farrell mette per portare i suoi sul 10 a 6.
Al 27esimo la Scozia è di nuovo nei 22 inglesi ma un po’ di precisione la fa uscire con un niente di fatto.
Negli ultimi 10 minuti è di nuovo Huw Jones protagonista: prima il centro buca la difesa inglese, e poi sul ribaltamento Maitland segna in bandierina e successivamente il centro si mette in proprio e, pestando sulle gambe, arriva fino in meta; Laidlaw trasforma il 22 a 6 che è il risultato con cui si chiude anche il primo tempo.

Come era lecito attendersi, l’Inghilterra rientra in campo con l’acceleratore pigiato e trova una meta di ottima fattura con Farrell; lo stesso centro inglese mette la trasformazione del 22 a 13. Di qui in avanti il pallino del gioco è sempre stato in mano dei padroni di casa, salvo sporadiche apparizioni nei 22 degli avversari di giornata, per altro sempre arginate dai preziosissimi grillo talpa di Watson, Barclay e McInnally e dai placcaggi di Gray e dei centri scozzesi. Al 48esimo il tentativo di piazzare un calcio è sbagliato da Hogg; al 65esimo un cartellino giallo sacrosanto leva per 10 minuti dal campo Underhill e questa è ossigeno puro per una Scozia che segna col piazzato di Russell al 65esimo.
Nel finale l’Inghilterra si riversa con foca nella metà campo scozzese ma gli attacchi, ancora una volta, si infrangono sulla perfetta difesa dei padroni di casa che si portano a casa il match negando agli avversari anche il punto di bonus.

Riepilogo Scozia-Inghilterra, Sei Nazioni 2018

Marcature per ScoziaMete: Jones 2, Maitland Trasformazioni: Laidlaw 2 Piazzati: Laidlaw
Marcature per InghilterraPiazzati: Farrell 2

Scozia: 15 Stuart Hogg, 14 Tommy Seymour, 13 Huw Jones, 12 Pete Horne, 11 Sean Maitland, 10 Finn Russell, 9 Greig Laidlaw, 8 Ryan Wilson, 7 Hamish Watson, 6 John Barclay (c), 5 Jonny Gray, 4 Grant Gilchrist, 3 Simon Berghan, 2 Stuart McInally, 1 Gordon Reid
A disposizione: 16 Scott Lawson, 17 Jamie Bhatti, 18 Willem Nel, 19 Tim Swinson, 20 David Denton, 21 Ali Price, 22 Nick Grigg, 23 Blair Kinghorn

Inghilterra: 15 Mike Brown, 14 Anthony Watson, 13 Jonathan Joseph, 12 Owen Farrell, 11 Jonny May, 10 George Ford, 9 Danny Care, 8 Nathan Hughes, 7 Chris Robshaw, 6 Courtney Lawes, 5 Maro Itoje, 4 Joe Launchbury, 3 Dan Cole, 2 Dylan Hartley (c), 1 Mako Vunipola
A disposizione: 16 Jamie George, 17 Joe Marler, 18 Harry Williams, 19 George Kruis, 20 Sam Underhill, 21 Richard Wigglesworth, 22 Ben Te’o, 23 Jack Nowell

Highlights Scozia-Inghilterra, Sei Nazioni 2018

2 thoughts on “Sei Nazioni 2018: immensa Scozia”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *