I 15 migliori del terzo turno di Sei Nazioni 2016

Anthony Watson, uno dei migliori della terza giornata di Sei Nazioni 2016Niente da fare per l’Italia che gioca male e perde anche contro la Scozia, volano Galles e Inghilterra

Purtroppo per noi è arrivata la terza sconfitta di questo Sei Nazioni 2016, abbiamo giocato una brutta partita e, al di là delle sterili polemiche contro l’arbitro, ci siamo meritati di perdere. In lizza per vincere il titolo rimangono il Galles, vittorioso a Cardiff contro la Francia, e l’Inghilterra che rimane in corsa anche per il grande slam.

Questi secondo me sono i 15 migliori giocatori del terzo turno di Sei Nazioni 2016:

15 Stuart Hogg: sicuro in difesa e, ahinoi, ogni volta che ha preso palla in mano ci ha fatto sempre male.

14 Anthony Watson: elettrico come pochi, segna la meta che affonda l’Irlanda.

13 Jonathan Davies: semplicemente perfetto anche quando mette quel grubber maligno di sinistro.

12 Owen Farrell: non sono mai stato un suo grande fan, ricalca in pieno l’arroganza inglese propria anche di gente come Brown o Hartley; nel match contro l’Irlanda, però, devo riconoscere che è stato uno dei migliori, aggiungiamoci anche che dalla piazzola non sbaglia mai…

11 Jack Nowell: il miracolo fatto su Henshaw impedisce all’Irlanda di tornare in partita; oltre a questo gioca sempre ad alti livelli, ed è un ’93.

10 Dan Biggar: pochi acuti dai numeri 10 in questo weekend, allora vado sul sicuro.

9 Gareth Davies: Laidlaw, man of the match a Roma, secondo me ha giocato una partita abbastanza normale, Davies, invece, qualche acuto l’ha mostrato.

8 Billy Vunipola: 17 palloni portati, 94 metri guadagnati, 9 difensori battuti, non c’è altro da aggiungere.

7 Sam Warburton: la crescita del Galles passa sempre per le sue grandi prestazioni, è il vero leader by example.

6 John Barclay: ripescato quando sembrava un giocatore perduto per la nazionale, è stato uno dei più positivi a Roma contro di noi.

5 Maro Itoje: 16 placcaggi fatti, nessuno più di lui nell’Inghilterra, e un turn over vinto; non male per un debuttante del 1994.

4 David Toner: ci ha messo l’anima, sempre presente, sia in attacco che in difesa, sicuramente è stato il migliore dei suoi.

3 Rabah Slimani: il migliore destro di giornata, ha fatto soffrire e non poco Evans.

2 Guilhem Guirado: altro leader by example, non stecca mai, gran placcatore e altrettanto valido ball carrier.

1 Alasdair Dickinson: sarà colpa di Piper, sarà quel sarà, ma lui ha sempre fatto male alla nostra parte destra in chiusa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.