Sei Nazioni 2014: una grande Inghilterra doma il Galles

inghilterra rugby logoA Twickenham oggi si è vista una grande prova dell’Inghilterra: sempre in vantaggio e in controllo del match e alla fine il 29 a 18 ci sta tutto. Il Galles è rimasto in partita grazie, e soprattutto, al piede di Halfpenny ma non ce n’era veramente contro una grandissima difesa che non ha concesso né spazio né tantomeno mete. Gran partita di Courtney Lawes, alla fine meritatamente Man of the Match

Passano cinque minuti e gli Inglesi sono già in meta: Care gioca un calcio veloce all’altezza della metà campo, Wilson prende un gran buco, altro calcio guadagnato, altra giocata veloce di Danny Care che schiaccia intoccato in meta; la trasformazione è facile ed è 7 a 0.
Gli Inglesi sono assatanati, ripartono anche dai propri 22 ma Lawes commette un errore nel non lasciare il pallone e Halfpenny manda a bersaglio il conseguente calcio di punizione che accorcia le distanze sul 7 a 3.
Al 18esimo Gethin Jenkins si prende il primo calcio di punizione da mischia ordinata, sarà il primo di una lunga serie, Farrell non fa sconti e riporta i suoi a +7; quattro minuti più tardi un gran calcio di Halfpenny riporta sotto il Galles sul 10 a 6.
Prima della mezzora un calcio per parte di Farrell e Halfpenny fissano il punteggio sul 13 a 9; al 34esimo arriva il secondo episodio che segna il primo tempo: sanguinosa touch persa dai Gallesi nei propri 22, gli Inglesi caricano a testa bassa prima che la palla arrivi a Twelvetrees che, col grubber, innesca la corsa di Burrell che segna in bandierina. Farrell ci mette la trasformazione ed è 20 a 9.
Prima dello scadere del primo tempo due piazzati di Halfpenny riportano gli ospiti sotto break sul 20 a 15.
Al 46esimo Jenikins prende il terzo calcio consecutivo da mischia ordinata, Farrell non sbaglia mai e porta i suoi sul 23 a 15. Una grande azione gallese, al 50esimo, è vanificata da un maldestro calcetto di Roberts.
Al 54esimo Poite mostra il cartellino giallo a Jenkins reo del quarto fallo in chiusa e Farrell fa lievitare il punteggio sul 26 a 15. Al 56esimo e al 59esimo due piazzati, uno per parte, fissano il punteggio sul 29 a 18.
Da qui in avanti il Galles ci prova ma i tentativi cozzano su una insormontabile difesa Inglese e, anzi, i più vicini alla meta sono ancora una volta i padroni di casa ma è provvidenziale un placcaggio di Halfpenny che salva su Burrell.

Marcature per Inghilterra: Mete: Care, Burrell Trasformazioni: Farrell 2 Piazzati: Farrell 4

Marcature per Galles: Piazzati: Halfpenny 6
Cartellino giallo: Jenkins

Inghilterra: 15 Mike Brown, 14 Jack Nowell, 13 Luther Burrell, 12 Billy Twelvetrees, 11 Jonny May, 10 Owen Farrell, 9 Danny Care, 8 Ben Morgan, 7 Chris Robshaw (c), 6 Tom Wood, 5 Courtney Lawes, 4 Joe Launchbury, 3 David Wilson, 2 Dylan Hartley, 1 Joe Marler.
A disposizione: 16 Tom Youngs, 17 Mako Vunipola, 18 Henry Thomas, 19 David Attwood, 20 Tom Johnson, 21 Lee Dickson, 22 George Ford, 23 Alex Goode

Galles: 15 Leigh Halfpenny, 14 Alex Cuthbert, 13 Jon Davies, 12 Jamie Roberts, 11 George North, 10 Rhys Priestland, 9 Rhys Webb, 8 Taulupe Faletau, 7 Sam Warburton (c), 6 Dan Lydiate, 5 Jake Ball, 4 Alun Wyn Jones, 3 Adam Jones, 2 Richard Hibbard, 1 Gethin Jenkins
A disposizione: 16 Ken Owens, 17 Paul James, 18 Rhodri Jones, 19 Andrew Coombs, 20 Justin Tipuric, 21 Mike Phillips, 22 Dan Biggar, 23 Liam Williams

One thought on “Sei Nazioni 2014: una grande Inghilterra doma il Galles”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.