Il rifugio Torre di Pisa e l’incanto del Latemar

L’escursione al rifugio Torre di Pisa è agevole e permette di raggiungere un ottimo punto per apprezzare il gruppo del Latemar

Se si vuol apprezzare un bel panorama e raggiungere un efficiente rifugio recentemente ristrutturato, beh l’escursione al rifugio Torre di Pisa fa al caso vostro.

Il punto di partenza sono i 2175m del passo Feudo dove c’è l’omonimo rifugio, raggiungibili facilmente da Predazzo con la combinazione della cabinovia (parte nella zona dei trampolini) e della seggiovia. Da qui parte il sentiero 516 che comincia con una decisa salita e in poco più di mezzora si raggiunge il bivio che a sinistra va verso Obereggen.
Noi abbiamo proseguito per il sentiero 516 e ci siamo presto ritrovati tra le rocce che in circa un’oretta ci hanno permesso di arrivare ai 2671m del rifugio Torre di Pisa; l’ascesa è facile ma prestate sempre la debita attenzione soprattutto in alcuni tratti dove la roccia è umida e può rivelarsi scivolosa.

Salendo al rifugio si possono apprezzare panorami meravigliosi sulle Pale di San Martino, Pelmo e Civetta da una parte e fino ai ghiacciai dell’alto Adige dall’altro. Arrivati al rifugio si ha una visione privilegiata sul gruppo del Latemar e su un dito di roccia di una quarantina di metri che si staglia storto nella nostra visuale proprio come l’omonima torre a Pisa.

panorama verso rifugio torre di pisa

il gruppo del latemar

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.