Comincia il Sei Nazioni 2018: attenti alla Scozia

sei nazioni 2018

Inizia il Sei Nazioni 2018, l’Inghilterra è favorita ma attenzione alla Scozia

Èd è ancora Sei Nazioni!
Comincia dal Principality Stadium di Cardiff il Sei Nazioni 2018, col Galles che attende una Scozia mai come quest’anno autentica mina vagante del torneo. Sì perché se l’Inghilterra è la favorita di tutti, bookmakers compresi, i ragazzi delle highlands sembrano essere i più pimpanti e in forma del momento; certo dovranno fare i conti con qualche problema in prima linea ed eventuali infortuni però il loro biglietto da visita è importante.
Attenzione anche all’Irlanda, formazione sempre solida nonostante i turnover dovuti agli anni che passano; i ragazzi di Joe Schmidt esordiranno nel torneo contro la Francia a Parigi. I Transalpini hanno licenziato – forse con troppa fretta – Guy Novés e hanno affidato la direzione tecnica a quel Jacques Brunel, predecessore di Conor O’Shea sulla panchina dell’Italia. Brunel è uno che di rugby ne sa parecchio, checche se ne dica dalle nostre parti e allora pronti via e esclude tanti nomi illustri per dar spazio a Matthieu Jalibert – classe 1998 – al numero 10.

Capitolo Italia. È inutile farsi tante illusioni, anche quest’anno dovremmo lottare per evitare il white wash, qualche progresso l’abbiamo fatto, ci sono dei giovani interessanti che si affacciano al palcoscenico internazionale, leggi Minozzi, Giammarioli, Licata, però anche le altre squadre progrediscono e il gap rimane quello; l’inizio poi è veramente proibitivo, a Roma arrivano gli Inglesi e poi andiamo a Dublino a sfidare l’Irlanda,

Pronostici

Galles-Scozia: io dico Scozia di 10
Francia-Irlanda: io dico Irlanda di 5
Italia-Inghlterra: io dico Inghilterra di 25

Formazioni

Galles-Scozia calcio d’inizio alle 15:15
Galles: 15 Leigh Halfpenny, 14 Josh Adams, 13 Scott Williams, 12 Hadleigh Parkes, 11 Steff Evans, 10 Rhys Patchell, 9 Gareth Davies, 8 Ross Moriarty, 7 Josh Navidi, 6 Aaron Shingler, 5 Alun Wyn Jones (c), 4 Cory Hill, 3 Samson Lee, 2 Ken Owens, 1 Rob Evans
A disposizione: 16 Elliot Dee, 17 Wyn Jones, 18 Tomas Francis, 19 Bradley Davies, 20 Justin Tipuric, 21 Aled Davies, 22 Gareth Anscombe, 23 Owen Watkin
Scozia: 15 Stuart Hogg, 14 Tommy Seymour, 13 Chris Harris, 12 Huw Jones, 11 Byron McGuigan, 10 Finn Russell, 9 Ali Price, 8 Cornell du Preez, 7 Hamish Watson, 6 John Barclay (c), 5 Jonny Gray, 4 Ben Toolis, 3 Jon Welsh, 2 Stuart McInally, 1 Gordon Reid
A disposizione: 16 Scott Lawson, 17 Jamie Bhatti, 18 Murray McCallum, 19 Grant Gilchrist, 20 Ryan Wilson, 21 Greig Laidlaw, 22 Pete Horne, 23 Sean Maitland

Francia-Irlanda calcio d’inizio alle 17:45
Francia: 15 Geoffrey Palis, 14 Teddy Thomas, 13 Rémi Lamerat, 12 Henry Chavancy, 11 Virimi Vakatawa, 10 Matthieu Jalibert, Maxime Machenaud, 8 Kevin Gourdon, 7 Yacouba Camara, 6 Wenceslas Lauret, 5 Sébastien Vahaamahina, 4 Arthur Iturria, 3 Rabah Slimani, 2 Guilhem Guirado (c), Jefferson Poirot
Replacements: 16 Adrien Pelissié, 17 Dany Priso, 18 Cedate Gomes Sa, 19 Paul Gabrillagues, 20 Marco Tauleigne, 21 Antoine Dupont, 22 Anthony Belleau, 23 Benjamin Fall
Irlanda: 15 Rob Kearney, 14 Keith Earls, 13 Robbie Henshaw, 12 Bundee Aki, 11 Jacob Stockdale, 10 Johnny Sexton, 9 Conor Murray, 8 CJ Stander, 7 Josh van der Flier, 6 Peter O’Mahony, 5 James Ryan, 4 Iain Henderson, 3 Tadhg Furlong, 2 Rory Best, 1 Cian Healy
A disposizione: 16 Sean Cronin, 17 Jack McGrath, 18 John Ryan, 19 Devin Toner, 20 Dan Leavy, 21 Luke McGrath, 22 Joey Carbery, 23 Fergus McFadden

Italia-Inghilterra calcio d’inizio domenica alle 16:00
Italia: 15 Matteo Minozzi, 14 Tommaso Benvenuti, 13 Tommaso Boni, 12 Tommaso Castello, 11 Mattia Bellini, 10 Tommaso Allan, 9 Marcello Violi, 8 Sergio Parisse (c), 7 Renato Giammarioli, 6 Sebastian Negri, 5 Dean Budd, 4 Alessandro Zanni, 3 Simone Ferrari, 2 Leonardo Ghiraldini, 1 Andrea Lovotti
A disposizione: 16 Luca Bigi, 17 Nicola Quaglio, 18 Tiziano Pasquali, 19 George Biagi, 20 Maxime Mbanda’, 21 Edoardo Gori, 22 Carlo Canna, 23 Jayden Hayward
Inghilterra: 15 Mike Brown, 14 Anthony Watson, 13 Ben Te’o, 12 Owen Farrell, 11 Jonny May, 10 George Ford, 9 Ben Youngs, 8 Sam Simmonds, 7 Chris Robshaw, 6 Courtney Lawes, 5 Maro Itoje, 4 Joe Launchbury, 3 Dan Cole, 2 Dylan Hartley (c), 1 Mako Vunipola
A disposizione: 16 Jamie George, 17 Alec Hepburn, 18 Harry Williams, 19 George Kruis, 20 Sam Underhill, 21 Danny Care, 22 Jonathan Joseph, 23 Jack Nowell

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.