Sei Nazioni 2017: tutto il meglio del terzo turno

campa meta sei nazioni 2017Le vittorie della Scozia e dell’Irlanda e gli ottimi 70 minuti dell’Italia nel meglio del terzo turno di Sei Nazioni 2017

Brendan Venter è uno dei tecnici più preparati che ci sono in circolazione e domenica, se ancora ce ne fosse bisogno, l’ha dimostrato nuovamente: il risultato ottenuto dall’adottare una tattica così diversa dal normale è stato quello che l’Italia, per 70 minuti, ha giocato alla pari con l’Inghilterra a Twickenham. Certo abbiamo perso ancora una volta ma il profluvio di commenti che ha generato questo modo di giocare sono solo parole al vento. Io stesso mi aspettavo il solito cappotto e quindi, stavolta, devo solo ringraziare la mia nazionale per avermi fatto sperare e gioire per 70 minuti.

Passiamo a chi vince e di fatto resta in corsa per una vittoria nel Sei Nazioni 2017: dopo un primo tempo giocato in sordina, la Scozia ha abbattuto il Galles, non accadeva dal 2007 e bisogna solo fare i complimenti a questi Scozzesi e a Cotter che, lascerà sì a fine stagione, ma lascia una signora eredità a Towsend.
A Dublino si è rivisto Sexton ma si è vista soprattutto una bella partita combattuta tra Irlanda e Francia; alla fine l’han spuntata gli Irlandesi che si tengono in corsa per giocarsi tutto all’ultima giornata contro l’Inghilterra proprio a Dublino.

I migliori 15 giocatori del terzo turno del Sei Nazioni 2017

15 Stuart Hogg: non è un gran Sei Nazioni per gli estremi, per cui premio quello che, soprattutto in attacco, si sta facendo vedere di più.

14 Jack Nowell: è entrato a partita in corso però è veramente micidiale con la palla in mano: intanto avanza sempre ed è difficile placcarlo e poi in un amen ha segnato due mete.

13 Michele Campagnaro: giù il cappello di fronte alla prestazione di Campa: uno contro uno non gli è andato via nessuno, con la palla in mano ha fatto sempre strada e, dulcis in fundo, una super meta in cui va via facile a Ford ma soprattutto siede Brown con una facilità incredibile. Daje Campa!

12 Robbie Henshaw: per me è uno di quei giocatori non vistosissimi ma che ti fa sempre la cosa giusta al momento giusto, tipo la testa di ponte preludio alla meta Irlandese.

11 Tim Visser: è partito un po’ timido con due smanacciate su palloni alti ma poi, mano a mano che passavano i minuti, ha preso sempre più confidenza ed è esploso nella ripresa.

10 Finn Russell: non era facile prendersi l’incombenza dei piazzati dell’infortunato Laidlaw ma lui l’ha fatto e non ne ha sbagliato uno; è una testa matta ma vederlo giocare e far giocare è un piacere.

9 Conor Murray: tanta roba; sembrava un po’ appannato ma sabato ha tirato fuori una prestazione da Man of the Match.

8 Sergio Parisse: lo ammetto: sono un po’ partigiano perchè forse se la meritava Heaslip, ma Sergio ha fatto un’ottima partita impreziosita da 11 placcaggi, tante corse e 11 carries.

7 Hamish Watson: questo entra a partita in corso e pronti via semina il panico tra i Gallesi: placcaggi, corse, grillitalpa. Partitone.

6 Maro Itoje: questo ragazzo è un 94 ma gioca come un veterano.

5 Yoann Maestri: 22 placcaggi sabato contro l’Irlanda e gioca seconda linea. Uno dei migliori di Francia.

4 Joe Launchbury: con Itoje sicuramente è uno dei punti di riferimento del pack inglese.

3 Dan Cole: non è da sottovalutare che questo ragazzo gioca quasi sempre gli 80 minuti, anzi. E Cole non è solo mischia chiusa ma è anche tanta presenza in ogni ruck.

2 Rory Best: la touch irlandese ha funzionato a meraviglia e il merito è anche suo e quando funziona così bene una fase statica è un gran vantaggio per il tuo gioco.

1 Jack McGrath: 10 cariche e punto di ancoraggio di una mischia ordinata che ha sofferto ma non ceduto con la Francia.

Highlights del terzo turno di sei Nazioni 2017

Classifica Sei Nazioni 2017

POS TEAM PL W D L PF PA DIFF TF TA TB LB PTS
1 ENGLAND 3 3 0 0 76 47 29 9 4 1 0 13
2 IRELAND 3 2 0 1 104 46 58 13 4 1 1 10
3 SCOTLAND 3 2 0 1 72 57 15 7 5 0 1 9
4 WALES 3 1 0 2 62 57 5 5 5 0 1 5
5 FRANCE 3 1 0 2 47 54 -7 2 4 0 1 5
6 ITALY 3 0 0 3 32 132 -100 4 18 0 0 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.