Sei Nazioni 2017: disfatta Italia con l’Irlanda

italia irlanda sei nazioni 2017L’Italia è stata sconfitta col risultato di 63 a 10 dall’Irlanda nella seconda giornata del Sei Nazioni 2017

Onestamente c’è poco da dire o da commentare nella sconfitta patita dall’Italia contro l’Irlanda nel match di secondo turno di Sei Nazioni 2017; sulle spalle degli Azzurri è piovuta tutta l’irruenza e la competenza irlandese e abbiamo subito una pesante lezione: 63 a 10 è stato il risultato finale con ben 9 mete al passivo.
Bisogna prendere atto di una differenza marcatissima tra noi e l’Irlanda che cambia uomini, inserisci ragazzi giovani ma progredisce sempre, cosa che non facciamo noi e chi di dovere dovrà trarre le conclusioni.

L’inizio per noi è traumatico: 12 minuti di forcing irlandesi, noi proviamo a difendere ma concediamo tre calci e alla fine loro mandano in meta Earls; Jackson trasforma il 7 a 0.
Alla prima occasione di far punti noi accorciamo il risultato con Canna dalla piazzola ma loro riconquistano subito palla e campo e dopo 20 fasi di possesso e avanzamento vanno in meta con Stander; Jackson mette una gran trasformazione dall’angolo per il 14 a 3.
Al 26esimo, da un altro ottimo multifase, l’Irlanda trova di nuovo la via della meta con Earls, Jackson arrotonda il punteggio con la trasformazione del 21 a 3.
Il primo (e unico purtroppo) buon momento dell’Italia arriva attorno al 32esimo: ci conquistiamo due calci di punizione che sfruttiamo per andare in touch, la rimessa laterale la conquistiamo bene, impostiamo una maul avanzante che i nostri avversari fermano solo con il fallo, Jackson è inflessibile e arriva la meta tecnica e il cartellino giallo per Ryan; Canna trasforma il 21 a 10.
Purtroppo è solo un fuoco di paglia perchè l’Irlanda, prima della chiusura del primo tempo, raggiunge l’obiettivo del bonus segnando con Stander; Jackson trasforma e fa andare i suoi al riposo sul 28 a 10.
La ripresa per noi è un calvario che inizia subito: solito forcing irlandese che noi proviamo a difendere come possiamo ma alla fine capitoliamo sulla penetrazione di Stander che segna la sua terza meta personale, Jackson converte il 35 a 10.
Al 50esimo arriva una fiammata azzurra che però non porta punti; per un altro quarto d’ora resistiamo ma gli ultimi 12 minuti sono da dimenticare per noi che subiamo le tre mete di Gilroy e la meta di Ringrose; la batosta è amplificata dalla precisione di Jackson nelle trasformazioni, non ne mancherà una, e alla fine il punteggio dice 63 a 10.

Man of the Match: CJ Stander

Highlights Italia-Irlanda

Riepilogo Italia-Irlanda, seconda giornata Sei Nazioni 2017

Marcature per Italia: Meta: Penalty Try Trasformazione: Canna Piazzato: Canna

Marcature per Irlanda: Mete: Earls 2, Stander 3, Gilroy 3, Ringrose Trasformazioni: Jackson 9
Cartellino giallo: Ryan

Italia: 15 Edoardo Padovani, 14 Angelo Esposito, 13 Tommaso Benvenuti, 12 Luke Mclean, 11 Giovanbattista Venditti, 10 Carlo Canna, 9 Edoardo Gori, 8 Sergio Parisse (c), 7 Simone Favaro, 6 Maxime Mbanda, 5 Andries van Schalkwyk, 4 Marco Fuser, 3 Lorenzo Cittadini, 2 Leonardo Ghiraldini, 1 Andrea Lovotti
A disposizione: 16 Ornel Gega, 17 Sami Panico, 18 Dario Chistolini, 19 George Biagi, 20 Abraham Steyn, 21 Giorgio Bronzini, 22 Tommaso Allan, 23 Michele Campagnaro

Irlanda: 15 Rob Kearney, 14 Keith Earls, 13 Garry Ringrose, 12 Robbie Henshaw, 11 Simon Zebo, 10 Paddy Jackson, 9 Conor Murray, 8 Jamie Heaslip (c), 7 Sean O’Brien, 6 CJ Stander, 5 Devin Toner, 4 Donnacha Ryan, 3 Tadhg Furlong, 2 Niall Scannell, 1 Cian Healy
A disposizione: 16 James Tracy, 17 Jack McGrath, 18 John Ryan, 19 Ultan Dillane, 20 Josh van der Flier, 21 Kieran Marmion, 22 Ian Keatley, 23 Craig Gilroy

One thought on “Sei Nazioni 2017: disfatta Italia con l’Irlanda”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.