Amabili resti – Alice Sebold

Recensione Amabili resti - Alice SeboldIl romanzo di Alice Sebold, Amabili resti

Susie Salmon è una ragazzina sfortunata, viene adescata, rapita e brutalmente assassinata. Questo accade proprio nelle prime pagine del libro tagliando il fiato al lettore.
Sarà lei stessa dal suo “Cielo” personale, a raccontare quanto accaduto e ad assistere inerme al dolore traumatizzante dei suoi familiari. Percepisce il loro pensiero, la loro disperazione ma non può intervenire, può solo stare a guardare mentre tutti, a modo loro, cercano un compromesso per accettare una perdita così profonda.
Mentre il suo assassino sfugge alla giustizia e si prepara ad uccidere di nuovo, Susie diventa spettatrice della caparbietà del padre che, nonostante la mancanza di prove e guidato dall’intuito cerca un modo per incastrare quel vicino di casa così strano; la madre rimette in discussione la sua posizione nella famiglia; i fratelli si ritrovano lanciati in aria come pedine e lasciati cadere a terra scomposti.

È riduttivo descrivere questo libro come un thriller, è commovente, coinvolgente e alimenta la speranza che la morte apra le porte ad un “Cielo” personale dal quale chi muore possa veramente diventare una sorta di angelo custode.

Prima pubblicazione: 2002
Autore: Alice Sebold
Editori: Little, Brown and Company
Genere: Romanzo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.