Il simbolo perduto – Dan Brown


Dopo tanto rugby torno a rispolverare il capitolo libri letti, occupandomi dell’ultimo libro di Dan Brown.
Lo stile narrativo dell’autore è inappuntabile mentre la storia di questo libro lo è un po’ meno.
Il tutto nasce da una macabra scoperta nel piazzale del Campidoglio a Washington che, suo malgrado, coinvolgerà il professor Langdon (lo stesso del Codice da Vinci e di Angeli e Demoni) e da qui si dipartono intrecci degni del miglior thriller: scene e azioni si stagliano di sovente sullo sfondo della massoneria e delle scienze esoteriche e coinvolgono parecchio il lettore.
La cosa un po’ meno coinvolgente è il finale del libro, a mio avviso, un po’ troppo lungo e che a tratti sconfina persino nel farraginoso.
Un peccato perchè se il libo si fosse concluso 100-150 pagine prima sarebbe stato molto meglio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.