Alta Via 1, seconda tappa: dal Rifugio Pederù al Rifugio Lagazuoi

La tappa con più dislivello dell’intera Alta Via numero 1, dal Rifugio Pederù ai 2752 m del Rifugio Lagazuoi

La tappa inizia con una salita tosta ma agevolata dal fatto che l’ho percorsa su una strada bianca e in 1 ora e 40 minuti ho raggiunto il Rifugio Fanes (2060m) lungo il Valun de Fanes dove non ho trovato anima viva.
Dai 2060 metri del rifugio sono salito per pochi tornanti per raggiungere i 2170 metri del Passo Limo per poi raggiungere in pochi minuti il Lago Limo, classico laghetto alpino; ho ignorato le deviazioni sulla mia sinistra e ho proseguito lungo il Sentiero 11 fino alla Malga de Fanes Grande, l’ho passata, ho ignorato il Sentiero 17 che si stacca sulla sinistra e ho raggiunto la Forcella da l’Ega a 2157 metri. L’atmosfera è semplicemente stupenda e la leggere pioggia la rendeva ancor più magica; inutile dire che anche da queste parti gente ne ho trovata veramente poca.prati-fanes-2 rio-dal-plan-2
Dalla forcella ho proseguito brevemente fino al bivio che sulla destra porta alla Capanna Alpina, ho imboccato il Sentiero 20B e in 1 ora e 30 minuti mi sono letteralmente arrampicato fino ai 2486 metri della Forcella del Lago, incastrata perfettamente tra la Cima del Lago e la Cima Scottoni nel cuore del gruppo di Fanis. Da qui si vede come un miraggio il rifugio Lagazuoi, prima però ho dovuto percorrere ancora tanta strada, a cominciare dalla vera e propria picchiata verso il Lago di Lagazuoi raggiunto dopo 3 ore e 30 minuti dal Pederù.plan-ciaulunch-2 lago-lagazuoi-2
La tappa si fa dura perchè ci sono ancora 600 metri di dislivello in salita da percorrere, in mezzo alle pietraie; nel frattempo si entra definitivamente nel Parco Naturale delle Dolomiti d’Ampezzo e in 1 ora e 40 minuti ho raggiunto l’agognato Rifugio Lagazuoi.

Tempo di cammino: 6h e 50
Dislivello: 1600m di salita e 375m di discesa
Impegno: E

Note sui rifugi
Ho dormito al Rifugio Lagazuoi che è privato e quindi caro: circa 60€ per la mezza pensione; di contro ha camerate spaziose, bagni puliti, colazione abbondante e panorama stupendo dalla terrazza

One thought on “Alta Via 1, seconda tappa: dal Rifugio Pederù al Rifugio Lagazuoi”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.