Sei Nazioni 2015: mamma che Irlanda

Henshaw man of the match
Henshaw schiaccia in meta

Una grande Irlanda batte l’Inghilterra a Dublino e resta imbattuta nel Sei Nazioni 2015. Robbie Henshaw Man of the Match

L’Irlanda gioca una gran partita all’Aviva Stadium di Dublino e domina l’Inghilterra, alla fine il risultato è 19 a 9 e gli Irish rimangono l’unica squadra ancora imbattuta nel Sei Nazioni 2015.
Dieci minuti di superiorità assoluta irlandese che tiene palla per il 95% del tempo e mette due piazzati con Jonathan Sexton; al 12esimo arriva il primo buon attacco inglese che culmina col calcio di punizione che Ford sfrutta per accorciare sul 6 a 3.
Al 18esimo Ford avrebbe la possibilità di pareggiare ma il suo calcio da quasi metà campo è fuori di un nulla; cinque minuti più tardi l’Inghilterra è ancora in attacco ma Toner ruba una fondamentale touch.
Dal 30esimo in poi l’Irlanda si assesta nell’altrui metà campo e domina in difesa; Sexton mette il calcio del 9 a 3 al 30esimo ma poi sbaglia il calcio al 34esimo e così il primo tempo termina 9 a 3.
I primi punti della ripresa li mette Sexton che centra i pali per il 12 a 3; ma il capolavoro irlandese si concretizza al 53esimo: Irish furiosi nel recuperare il pallone, buon multifase, calcetto di Murray col vantaggio, Robbie Henshaw vola sopra Goode e schiaccia in meta, Sexton mette una gran trasformazione dall’angolo e porta i suoi sul 19 a 6.
Entra Madigan per l’infortunato Sexton ma la musica non cambia; c’è una sola sbavatura, al 59esimo, quando l’Inghilterra ha la meglio in una mischia ordinata e si conquista il calcio che Ford mette per il 19 a 6. A ridosso degli ultimi dieci minuti arriva anche il terzo calcio del pomeriggio di Ford ma da qui in avanti non disegnerà più e l’Irlanda porta a casa la vittoria.

Marcature per Irlanda: Meta: Henshaw Trasformazione: Sexton Piazzati: Sexton 3
Marcature per Inghilterra: Piazzati: Ford 3

Irlanda:15 Rob Kearney, 14 Tommy Bowe, 13 Jared Payne, 12 Robbie Henshaw, 11 Simon Zebo, 10 Jonathan Sexton, 9 Conor Murray, 8 Jordi Murphy, 7 Sean O’Brien, 6 Peter O’Mahony, 5 Paul O’Connell (c), 4 Devin Toner, 3 Mike Ross, 2 Rory Best, 1 Jack McGrath
A disposizione: 16 Sean Cronin, 17 Cian Healy, 18 Martin Moore, 19 Iain Henderson, 20 Tommy O’Donnell, 21 Eoin Reddan, 22 Ian Madigan, 23 Felix Jones

Inghilterra: 15 Alex Goode, 14 Anthony Watson, 13 Jonathan Joseph, 12 Luther Burrell, 11 Jack Nowell, 10 George Ford, 9 Ben Youngs, 8 Billy Vunipola, 7 Chris Robshaw (c), 6 James Haskell, 5 George Kruis, 4 Dave Attwood, 3 Dan Cole, 2 Dylan Hartley, 1 Joe Marler.
A disposizione: 16 Tom Youngs, 17 Mako Vunipola, 18 Henry Thomas, 19 Nick Easter, 20 Tom Croft, 21 Richard Wigglesworth, 22 Danny Cipriani, 23 Billy Twelvetrees.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.