Sei Nazioni 2015: il Galles si riscatta in Scozia

sam warburtonIl Galles vince una non facile partita in Scozia e si rimette in corsa per il Sei Nazioni 2015. A.W. Jones Man of the Match

Non era una trasferta facile quella di Scozia e soprattutto, il Galles, veniva da una non brillante prestazione contro l’Inghilterra; gli uomini di Gatland han faticato ma alla fine hanno avuto la meglio sulla squadra di Cotter.

Comincia bene il Galles e al sesto minuto è avanti col piazzato di Biggar; la Scozia per lo più si difende ma al decimo Russell ruba un pallone, passamano di Gray per Stuart Hogg che accelera e finisce in meta; Laidlaw mette la trasformazione del 7 a 3.
Scozia in attacco al minuto 17, calcio di punizione conquistato e Laidlaw porta i suoi sul 10 a 3; tre minuti più tardi è la volta di Halfpenny dalla piazzola ed è 10 a 6.
Monta la pressione del Galles ma i Dragoni non riescono a segnare in ben due occasioni pur avendo a disposizione due touch sui cinque scozzesi.
Al 31esimo Biggar mette in cielo un bel up and under, è lui stesso a recuperarlo ma Russell gli passa sotto e lo atterra in volo, inevitabile il cartellino giallo per l’apertura scozzese; Halfpenny piazza il conseguente calcio e porta i suoi a -1. In superiorità numerica il Galles va in meta: pallone recuperato dagli ospiti, due fasi, palla fuori e meta di Rhys Webb in bandierina; gran trasformazione di Halfpenny dall’angolo ed è sorpasso, 16 a 10.
Al 36esimo Jonathan Davies cozza contro Beattie in volo ed è giallo anche per lui; la Scozia prova a riversarsi in attacco ma non riesce a portare a casa punti.
Nei primi 14 minuti della ripresa si segna solo dalla piazzola: due calci di Laidlaw e uno di Halfpenny per il 16 a 19.
Il Galles, al 60esimo, va in meta con Liam Williams ma l’azione è viziata da un’ostruzione dei suoi compagni e la segnatura sfuma; ma i Gallesi montano in cattedra e guadagnano sempre più terreno e possessi e, alla fine, dopo un errore di Halfpenny dalla piazzola, riescono a sfondare la difesa scozzese e a segnare la meta con Jonathan Davies; facile la trasformazione di Halfpenny e il punteggio lievita sul 16 a 26.
Negli ultimi dieci minuti di match la Scozia va vicina alla meta in un paio di occasioni ma la difesa gallese è superba e concede la segnatura solo a tempo scaduto a Jon Welsh; la trasformazione di Russell serve solo a fissare il punteggio finale sul 23 a 26.

Marcature per Scozia: Mete: Hogg, Welsh Trasformazioni: Laidlaw, Russell Piazzati: 3 Laidlaw
Cartellino Giallo: Russell

Marcature per Galles: Mete: Webb, Jonathan Davies Trasformazioni: 2 Halfpenny Piazzati: Halfpenny 4
Cartellino giallo: Jonathan Davies

Scozia: 15 Stuart Hogg, 14 Sean Lamont, 13 Mark Bennett, 12 Alex Dunbar, 11 Tim Visser, 10 Finn Russell, 9 Greig Laidlaw, 8 Johnnie Beattie, 7 Blair Cowan, 6 Rob Harley, 5 Jonny Gray, 4 Richie Gray, 3 Geoff Cross, 2 Ross Ford, 1 Alasdair Dickinson.
A disposizione: 16 Fraser Brown, 17 Gordon Reid, 18 Jon Welsh, 19 Jim Hamilton, 20 Alasdair Strokosch, 21 Sam Hidalgo-Clyne, 22 Greig Tonks, 23 Matt Scott

Galles: 15 Leigh Halfpenny, 14 Alex Cuthbert, 13 Jonathan Davies, 12 Jamie Roberts, 11 Liam Williams, 10 Dan Biggar, 9 Rhys Webb, 8 Taulupe Faletau, 7 Sam Warburton (c), 6 Dan Lydiate, 5 Alun-Wyn Jones, 4 Jake Ball, 3 Aaron Jarvis, 2 Richard Hibbard, 1 Gethin Jenkins.
A disposizione: 16 Scott Baldwin, 17 Paul James, 18 Scott Andrews, 19 Luke Charteris, 20 Justin Tipuric, 21 Mike Phillips, 22 Rhys Priestland, 23 Scott Williams.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.