Sei Nazioni 2014: l’espulsione di Hogg lancia il Galles

galles rugby logoAl Millennium tra GallesScozia c’è stata partita solo per 23 minuti, poi Stuart Hogg pensa bene di farsi espellere e il match diventa in discesa per i padroni di casa che alla fine ne segneranno 51.

I primi a passare in vantaggio sono gli ospiti: Laidlaw al quarto minuto centra i pali da calcio di punizione; il vantaggio dura solo 5 minuti in quanto Biggar pareggia al nono minuto.
La Scozia gioca a viso aperto, in difesa si impegna e guadagna calci di punizione, purtroppo Laidlaw non è preciso e il punteggio rimane in parità.
Al 16esimo arriva la prima meta del match: grandi cariche gallesi con Roberts e North, pick and go ripetuti, palla fuori e meta di Liam Williams in bandierina; Biggar centra una gran trasformazione è il punteggio è sul 10 a 3.
Al 23esimo la svolta: sciocchezza assurda di Hogg che carica di spalla e in ritardo Biggar e si prende il cartellino rosso; Biggar manda a bersaglio il conseguente piazzato ed è l’inizio del calvario scozzese.
Prima della mezzora la Scozia prova a rimanere attaccata alla partita ma Laidlaw non le da soddisfazione sbagliando il secondo calcio del pomeriggio.
Un gran numero di Liam Williams ispira la meta gallese: l’estremo se ne va lungo la touch, gran offload per Philipps che fa sponda per North all’interno, l’ala si invola, brucia Denton ed è in mezzo ai pali. Biggar trasforma il 20 a 3.
Prima del finale del tempo la Scozia perde una touch sanguinosa, il Galles muove la palla, gran numero di Jonathan Davies che serve Roberts che vola in meta; 27 a 3 con la trasformazione di Biggar.
Pronti via nel secondo tempo, calcio giocato velocemente dai padroni di casa, palla a North e altra meta; la musica non cambia e cinque minuti più tardi arriva anche la seconda meta del pomeriggio di Roberts; Biggar trasforma il 39 a 3. Al 53esimo è Faletau ad andare in meta.
La Scozia ci prova anche con l’orgoglio ma il Galles non concede niente in difesa; si arriva così al 73esimo, minuto in cui, dall’ennesima palla recuperata dal Galles, arriva l’ultima meta del pomeriggio: palla a Hook, calcetto a seguire su cui si fionda Rhodri Williams, gran raccolta e meta; la trasformazione la mette Hook per il definitivo 51 a 3.

Marcature per Galles:
Mete: L Williams, North 2, Roberts 2, Faletau, R Williams
Trasformazioni: Biggar 4, Hook
Piazzati: Biggar 2

Marcature per Scozia:
Piazzzato: Laidlaw
Cartellino rosso: Hogg

Galles: 15 Liam Williams, 14 Alex Cuthbert, 13 Jonathan Davies, 12 Jamie Roberts, 11 George North, 10 Dan Biggar, 9 Mike Phillips, 8 Taulupe Faletau, 7 Sam Warburton, 6 Dan Lydiate, 5 Alun-Wyn Jones, 4 Luke Charteris, 3 Rhodri Jones, 2 Ken Owens, 1 Gethin Jenkins.
A disposizione: 16 Richard Hibbard, 17 Paul James, 18 Adam Jones, 19 Jake Ball, 20 Justin Tipuric, 21 Rhodri Williams, 22 Rhys Priestland, 23 James Hook.

Scozia: 15 Stuart Hogg, 14 Dougie Fife, 13 Alex Dunbar, 12 Matt Scott, 11 Max Evans, 10 Duncan Weir, 9 Greig Laidlaw, 8 Dave Denton, 7 Kelly Brown (c), 6 Ryan Wilson, 5 Jim Hamilton, 4 Richie Gray, 3 Geoff Cross, 2 Scott Lawson, 1 Ryan Grant.
A disposizione: 16 Ross Ford, 17 Al Dickinson, 18 Euan Murray, 19 Tim Swinson, 20 Al Strokosch, 21 Chris Cusiter, 22 Duncan Taylor, 23 Jack Cuthbert.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.