Punta Fiames 23/09/07


In montagna la soddisfazione è direttamente proporzionale alla fatica che si fa per raggiungere un obiettivo; per raggiungere punta Fiames (2240 m) di fatica ne abbiamo fatta parecchia per cui la soddisfazione una volta in cima è stata indescrivibile.
Partiamo poco dopo le 9.00 dall’albergo Fiames (1290 m) situato sulla strada che da Cortina porta a Dobbiaco, in circa 50 minuti arriviamo all’attacco della ferrata Michieli-Strobel, qui ce la prendiamo un po’ comoda per rifiatare e sistemarci imbragature e cordini; alle 10.20 attacchiamo la ferrata che presenta subito alcune difficoltà per superare dei tratti praticamente verticali e una fessura tipo camino. Superate queste prime difficoltà la corda d’acciaio si interrompe e la via prosegue su un sentiero abbastanza ripido e quasi mai segnato se non dalla presenza di alcuni ometti. Si sbuca a 1950 m in una terrazza da dove si può dominare Cortina (splendida vista!). Da qui ci si deve impegnare per attraversare un altro tratto verticale la cui ascesa inizialmente è facilitata dalla presenza di una scala e di pioli. Si prosegue tra salti di roccia e un sentiero di mughi che ci portano in vetta alle 13.15 dove ci godiamo un meritato riposo.
La discesa è resa difficile da un movimento franoso di alcuni anni fa che ha interessato un lungo ghiaione, per cui in alcuni tratti bisogna stare attenti e si rallenta molto; il ritorno si completa in mezzo ai mughi e lungo la ex ferrovia (2 orette in tutto). Immancabile birra finale per celebrare la giornata
Gran bella ferrata, soddisfazione impareggiabile, giornata ottima, questi gli ingredienti di una gita fantastica!

3 thoughts on “Punta Fiames 23/09/07”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.