Sei Nazioni 2018: i migliori del quarto turno

Nei 15 migliori del quarto turno del Sei Nazioni 2018 c’è anche Ghiraldini

Il quarto turno del Sei Nazioni 2018 ha sancito la vittoria del trofeo dell’Irlanda, complice anche la sconfitta dell’Inghilterra a Parigi; è stato un weekend avaro di soddisfazioni per l’Italia che è stata sconfitta da un Galles tutt’altro che trascendentale.

Il 15 ideale del quarto turno di Sei Nazioni 2018

15 Rob Kearney: stavo per cedere alla mia vena di patriottismo e dare la maglia a Matteo Minozzi poi però ho voluto dare il giusto tributo alla grande prestazione dell’estremo irlandese.

14 Blair Kinghorn: questo è uno dei tanti giovani di Scozia di cui sentiremo tanto parlare in futuro.

13 Gary Ringrose: terzo outside center utilizzato da Schmidt ma questo ha una classe stellare, il degno erede il BOD.

12 Hadleigh Parkes: altro ragazzo arrivato tardi alla nazionale ma ci ha fatto veramente male con la palla in mano domenica.

11 Remy Grosso: è arrivato tardi alla nazionale visto che ha già 29 anni ma si sta dimostrando uno degli attaccanti più pericolosi che ci sono in giro.

10 Jonny Sexton: c’è tanto Sexton nella vittoria del torneo irlandese.

9 Maxime Machenaud: lo preferisco a Murray anche se la scelta poteva andare tranquillamente verso il mediano irlandese.

8 Taulupe Faletau: non fa mai la cosa eclatante ma ne fa 1000 di efficaci.

7 David Leavy: questo è un ragazzo che migliora di test in test.

6 Jacouba Camara: mi impressiona sempre l’elevatissimo working rate di questo giocatore.

5 Jonny Gray: 27 placcaggi nel match contro l’Irlanda: impressionate!

4 David Toner: lo vedi in faccia e non gli dai niente, lo vedi in campo e ti rendi conto che merita tutta la vita il posto.

Tadhg Furlong: un colonnato dorico a destra della mischia irlandese.

2 Leonardo Ghirladini: tanta roba Leo domenica, ogni collisione è sempre riuscito ad andare oltre e poi è uno che ci mette sempre la faccia. Esempio!

1 Cian Healy: l’altro picchetto della mischia campione del Sei Nazioni 2018!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *