Sei Nazioni 2018: l’Inghilterra passa a Roma come da pronostico

italia-inghilterra sei nazioni 2018L’Inghilterra apre il suo Sei Nazioni 2018 vincendo a Roma contro l’Italia 46 a 15

Come sempre l’Italia ha giocato un buon primo tempo al cospetto dell’Inghilterra ma, anche nel Sei Nazioni 2018, gli Inglesi sono venuti fuori alla distanza rifilandoci i consueti 40 punti. Non abbiamo tanti rimpianti anche perché qualche sprazzo di buon gioco l’abbiamo mostrato, troppo poco però per reggere 80 minuti con la squadra di Jones complice anche qualche difesa allegra e qualche calcio di troppo concesso.

Nel giorno dei 100 cap di Ale Zanni riusciamo a mantenere inviolata la nostra area di meta solo poco più di tre minuti: bella azione inglese al largo, noi placchiamo poco e Watson schiaccia in bandierina; Farrell centra il palo nella trasformazione.
All’undicesimo altra azione dei trequarti inglesi, altra difesa non all’altezza e seconda meta di Watson; anche in questa occasione Farrell non è preciso e si rimane sullo 0 a 10.
Al 20esimo, finalmente, imbastiamo una bella azione da mischia ordinata, facciamo strada, ribaltiamo il fronte e andiamo in meta con Benvenuti, Allan trasforma e ci porta a -3.
Gli attacchi inglesi vanno sempre oltre la linea del vantaggio, ripiegare è complicato e veniamo trafitti dalla meta di Farrell; l’inside center inglese stavolta è preciso nella trasformazione e loro si portano 17 a 7. A ridosso della fine del primo tempo una sfuriata italiana culmina col calcio di punizione che Allan sfrutta per riportarci sotto break; 17 a 10 per loro è anche il punteggio con cui si chiude il primo tempo.

Nella ripresa cominciamo a concedere troppi calci di punizione, uno di questi viene sfruttato da Farrell per allungare sul 20 a 10. Al 50esimo l’Italia va vicinissima alla meta: Parisse da il la con un sontuoso offload e nel proseguo dell’azione Boni ha solo un po’ troppa fretta nel ricongiungersi con il loop di Allan e la meta sfuma per un in avanti. Da questo momento regaliamo due calci che i nostri avversari sfruttano per risalire il campo e per costruirsi la piattaforma da touche da cui si stacca Simmonds che vola in meta; Farrell converte il 27 a 10.
Noi però non ci arrendiamo e da una bella azione nasce la meta di Bellini in bandierina; Allan manca la trasformazione e ci lascia sul 27 a 15.
Gli ultimi dodici minuti di gara sono un calvario per noi, loro esplorano in toto le nostre povere difese e trovano tre mete in rapida successione con Ford, ben servito da Farrell, SimmondsNowell, liberato dall’assist di Simmonds; Farrell ne trasforma due e chiude così il match sul 46 a 15.

Man of the Match: Anthony Watson

Riepilogo Italia-Inghilterra, Sei Nazioni 2018

Marcatori ItaliaMete: Benvenuti, Bellini Trasformazioni: Allan Piazzati: Allan
Marcatori Inghilterra: Watson 2, Farrell, Simmonds 2, Ford, Nowell Trasformazioni: Farrell 4 Piazzati: Farrell

Italia: 15 Matteo Minozzi, 14 Tommaso Benvenuti, 13 Tommaso Boni, 12 Tommaso Castello, 11 Mattia Bellini, 10 Tommaso Allan, 9 Marcello Violi, 8 Sergio Parisse (c), 7 Renato Giammarioli, 6 Sebastian Negri, 5 Dean Budd, 4 Alessandro Zanni, 3 Simone Ferrari, 2 Leonardo Ghiraldini, 1 Andrea Lovotti
A disposizione: 16 Luca Bigi, 17 Nicola Quaglio, 18 Tiziano Pasquali, 19 George Biagi, 20 Maxime Mbanda’, 21 Edoardo Gori, 22 Carlo Canna, 23 Jayden Hayward

Inghilterra: 15 Mike Brown, 14 Anthony Watson, 13 Ben Te’o, 12 Owen Farrell, 11 Jonny May, 10 George Ford, 9 Ben Youngs, 8 Sam Simmonds, 7 Chris Robshaw, 6 Courtney Lawes, 5 Maro Itoje, 4 Joe Launchbury, 3 Dan Cole, 2 Dylan Hartley (c), 1 Mako Vunipola
A disposizione: 16 Jamie George, 17 Alec Hepburn, 18 Harry Williams, 19 George Kruis, 20 Sam Underhill, 21 Danny Care, 22 Jonathan Joseph, 23 Jack Nowell

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.