RWC 2015: gli Springboks affondano la Scozia

Jp pietersenA Newcastle non c’è partita, un’ottimo Sud Africa ha la meglio di una spenta Scozia

Segnali positivi per gli Springboks arrivano da Newcastle dove il Sud Africa batte con merito una Scozia mai in partita.

Dopo i primi dieci minuti di sostanziale equilibrio, al primo vero attacco, gli Springboks vanno in meta con Schalk Burger; Pollard mette la trasformazione del 7 a 0.
La Scozia fa fatica e subisce ulteriori sei punti conseguenza di due piazzati di Pollard.
Prime notizie della Scozia in attacco al 30esimo e arrivano anche i primi punti grazie al piazzato di Laidlaw.
Il cartellino giallo a Du Plessis sembra poter dare nuova linfa agli Scozzesi ma prima Laidlaw manca un non impossibile piazzato e poi arriva anche la metà di JP Pietersen trasformata da Pollard che permette al Sud Africa di finire il primo tempo avanti 20 a 3.
Ad inizio ripresa la Scozia prova a riaprire il match col piazzato di Laidlaw ma il pallino del gioco è sempre in mano agli Springboks.
Al 49esimo, però, Weir caccia un gran intercetto, corre per 60 metri e, grazie al sostegno di Visser, arriva la meta di Seymour; Laidlaw trasforma e porta i suoi a distanza di break.
Al 51esimo Pollard mette il drop del 23 a 13 e due minuti più tardi arriva il cartellino giallo a Laidlaw reo di un fallo professionale su Habana.
Con un’immane fatica gli Scozzesi riescono a mettere ancora punti sul tabellone grazie al calcio piazzato di Weir, ma è solo un fuoco di paglia perché il pallino del gioco c’è l’ha sempre il Sud Africa che accumula punti con due piazzati di Pollard.
Nel finale, con ormai la Scozia alle corde, arriva anche la meta di Habana che fissa il definitivo 34 a 13.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.