TryNZ: il sogno rugbystico in Nuova Zelanda è più vicino

TryNZ in collaborazione con ARUAbbiamo fatto quattro chiacchiere con Leonardo Fontana, uno dei fondatori con Melita Martorana, del progetto TryNZ che è partner esclusivo per l’Italia di Auckland Rugby Union

Sei da quasi 10 anni in Nuova Zelanda, da questa parte del mondo ce l’immaginiamo come la terra promessa, un paradiso in terra, lo è davvero?
Mah, sai… non credo esista il paradiso in terra. Certo esistono posti che si avvicinano all’idea di perfezione, e per me la Nuova Zelanda è uno di questi posti. Dipende molto da quali sono i tuoi interessi ovviamente, ma se sei un tipo a cui piace la natura, uno stile di vita a misura d’uomo, la tranquillità, gli sport all’aria aperta e soprattutto il rugby… se non è un paradiso poco ci manca!

Quando si parla di Nuova Zelanda si deve per forza parlare di rugby, riesci a descriverci brevemente cos’è il rugby in Nuova Zelanda
È tutto. È davvero lo sport nazionale. Ci si accorge della passione smisurata dei kiwi per il rugby non tanto perchè tutti ne parlano al bar, o perchè in TV impazzano i dibattiti come nel calcio in Italia, quanto piuttosto perchè tutti lo praticano, e a tutti i livelli. Dalle scuole ai tornei di touch nei parchi, oltre che nei numerosi club e via via su fino alle squadre provinciali, le franchigie e naturalmente gli All Blacks. ll rugby lo vedi nell’alto livello ovviamente, ma anche e soprattutto per strada, quando i ragazzini usciti da scuola tornano a casa passandosi l’ovale e facendolo rimbalzare a terra con una precisione che neanche fosse un pallone da basket! Lì capisci che il rugby è nei geni di questo popolo, e le loro famose skills le acquisiscono fin da piccoli, divertendosi.

Veniamo a TryNZ. Ci racconti un po’ come è nato questo progetto e cosa si prefigge
TryNZ nasce da una serie di discussioni e chiacchierate con i dirigenti della Auckland Rugby Union che hanno aperto il settore internazionale della Auckland Rugby Academy nel febbraio 2014. Oggi ARU ospita giocatori provenienti da ogni parte del mondo, ed era molto entusiasta all’idea di poter invitare anche giocatori e allenatori italiani presso il proprio Centro dell’Alto Livello. L’idea è di poter dare un’opportunità unica a coloro che vogliono intraprendere una carriera nel rugby mettendoli a “studiare” con i migliori al mondo, per poter offrire supporto e sostegno al loro sviluppo. TryNZ è quindi un tassello nel percorso personale e professionale di giocatori, allenatori e staff di supporto, ed offre un’opportunità che, se presa seriamente, può aiutare a fare quel salto di qualità necessario per mettersi in evidenza nel panorama rugbistico italiano.

Che tipi di esperienza proponete e che tipo di esperienza consigliate?
Abbiamo sviluppato, in collaborazione con ARU, una serie di programmi in modo da poter accontentare ogni giocatore che voglia venire ad Auckland, dipende davvero dal tipo di traguardo che ciascuno ha in testa. L’alto livello è sicuramente un’eccellenza di cui andiamo particolarmente fieri, ma non vogliamo precludere un‘esperienza di questo tipo a nessuno. Per questo anche chi non punta necessariamente al Pro12 o alla Nazionale, troverà la sua collocazione nel livello che più gli si addice. Ti spiego brevemente il processo: ogni giocatore e allenatore ci deve presentare un curriculum della propria carriera sportiva e spiegarci quali sono gli obiettivi che vuole raggiungere venendo qui. Basandosi su queste informazioni, e ovviamente sulle valutazioni che il personale dell’accademia farà durante la prima settimana, ciascuno sarà inserito in uno dei programmi, Development, Progressive o Elite. Per tutti naturalmente ci sarà del rugby giocato, gli atleti italiani verranno infatti inseriti nelle squadre che partecipano al campionato regionale di Auckland (per i Development e Progressive), o una squadra di rappresentanza della provincia (per gli Elite).
Diciamo subito che la settimana tipo prevede tanto lavoro!! Ci aspettiamo il massimo impegno da tutti i partecipanti, per sfruttare al massimo le sapienti indicazioni dei tecnici della ARU e le eccellenti strutture del tempio dell’ Eden Park. Una delle cose che ha reso i giocatori neozelandesi i più forti nel mondo è senza dubbio la cura ossessiva nei dettagli, fin nei minimi particolari. Questa attenzione ai dettagli sarà a disposizione anche dei nostri partecipanti, che in questo modo si perfezioneranno anche nello specifico della posizione in cui giocano, e riceveranno costanti aggiornamenti sui loro progressi tecnici e tattici, oltre ad un report finale che verrà utilizzato dal proprio allenatore in Italia.

Mi dici perchè un allenatore/giocatore dovrebbe scegliere voi
Scegliendo noi, un allenatore o un giocatore sceglie i programmi dell’Alto Livello della Auckland Rugby Union. TryNZ è l’agente esclusivo di ARU per l’Italia, e quindi l’unico modo per accedere ai loro programmi d’eccellenza. Questo rapporto di esclusività dà la possibilità ai giocatori italiani di lavorare accanto a coloro che militeranno nelle franchigie del Super Rugby o nelle nazionali kiwi. Gli allenatori poi potranno scambiare idee con i migliori colleghi al mondo, quelli che formano i futuri uomini in nero. Entrare nei programmi di sviluppo della ARU significa crescere tecnicamente, tatticamente, professionalmente ed anche personalmente. Un esempio: lo scorso agosto ARU ha promosso un corso allenatori con la partecipazione, tra gli altri, di Sir Graham Henry e Sir Gordon Tietjens a cui hanno partecipato anche due allenatori italiani. Questo per farti capire il calibro degli interlocutori con cui gli italiani si troveranno ad avere a che fare entrando nell’accademia ARU.

Cifre. I preventivi sono ovviamente personalizzabili a seconda delle esigenze, ma riesci a darmi un’idea di che cifre stiamo parlando per la minima esperienza formativa.
Il programma base per i giocatori (Development), che comprende tra l’altro l’iscrizione ad una squadra di club del campionato regionale di Auckland e il pieno supporto di tecnici dell’accademia, parte da NZ$ 4950.00 per 4 settimane incluso alloggio in famiglia. Per i programmi di livello superiore (Progressive ed Elite), si parte da NZ$ 6150.00. Questi programmi offrono un supporto rugbistico che diventa più professionale man mano che si sale di livello, sia dal punto di vista tecnico che tattico. Per gli allenatori invece l’opzione di partenza è una settimana di corso riconosciuto da World Rugby a NZ$2950, incluso alloggio e prima colazione in hotel.
Tutti i programmi includono biglietti per le partite a Eden Park dei Blues Super Rugby e di Auckland ITM Cup (compatibilmente con il calendario) e servizio di assistenza per la durata del soggiorno incluso interprete inglese/italiano se necessario.

Quali sono i vostri progetti per i prossimi mesi?
Prima di tutto vogliamo invitare chiunque fosse interessato ad avere informazioni sui nostri programmi a visitare il nostro sito www.trynz.com. Possiamo poi annunciare le date di tre corsi allenatori previsti nel 2015. A maggio e luglio ci saranno i corsi per allenatori a 15. Nel corso di maggio, Sir Graham Henry terrà delle lezioni di tattica, mentre a luglio i partecipanti potranno assistere a sessioni di lavoro della squadra di Auckland ITM Cup. A novembre invece ci sarà un corso allenatori per rugby a 7, con delle sessioni di rugby a 15 per i trequarti. In questo periodo, gli allenatori potranno anche partecipare a sessioni di analisi di due tornei: Oceania 7s, per la qualificazione Olimpica della regione Oceania (con All Blacks 7s, NZ Women’s 7s, Australia 7s e Fiji 7s), e l’Auckland 7s, che vede le squadre delle province della ITM Cup prepararsi alle qualificazioni regionali del NZ National 7s. Insomma, un calendario ricco di eventi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.