Karl Unterkircher (1970-2008)


Nel giorno del recupero di Water Nones e Simon Kehrer, volevo dedicare poche righe al ricordo di uno dei più forti alpinisti di sempre, Karl Unterkircher. Karl è morto martedì 15 luglio nel tentativo di aprire una nuova via sulla parete Racchiot del Nanga Parbat, con lui c’erano Nones e Kehrer. Il fato ha voluto che cadesse in un crepaccio inseguendo un sogno, lo guidava la passione incommensurabile per le montagne. E’ difficile sia spiegare sia capire cosa possa spingere una persona a mettere a repentaglio la propria vita per inseguire un sogno, quello che è certo è che Karl ha sempre vissuto facendo ciò che amava, ovvero scalare.
Per capire la grandezza dell’uomo cito solo fra le sue innumerevoli imprese, la scalata di Everest e K2 in una sola stagione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.