Test match: l’Inghilterra vince la battaglia coi Pumas

test match inghilterra-pumasL’Inghilterra mantiene l’imbattibilità casalinga, nel test match di Twickenham i Pumas perdono 21 a 8

Hanno tante cose da recriminare i Pumas nel test match di Twickenham: la prima è di sicuro l’imbarazzante giornata dei tre piazzatori che hanno lasciato sul campo ben 14 punti. L’Inghilterra dal canto suo mantiene quel cinismo che le fa raccogliere tutto ciò che semina, però oggi è stata dura perché l’Argentina ha dato battaglia.

Il match comincia col palo preso da Ford al terzo minuto, poi il 10 di Jones ritrova precisione e porta per la prima volta i suoi in vantaggio sempre dalla piazzola. Boffelli pareggia al nono ma è ancora Ford protagonista dalla piazzola al 14esimo dando il 6 a 3 ai suoi.
Al 22esimo Tuculet carica di spalla in volo Brown ed è cartellino giallo per lui, purtroppo l’estremo inglese è costretto ad uscire. Non passa che un minuto e una grande azione dei padroni di casa culmina con la grande presa di Hughes sul passaggio perfetto di Ford e per il numero 8 inglese è meta in bandierina.
I Pumas provano ad andare in attacco ma raccolgono poco complici anche due errori clamorosi dalla piazzola di Hernandez. Chi è preciso è invece Ford che al 34esimo mette il piazzato del 14 a 3, risultato con cui si va al riposo.
Il secondo tempo comincia sulla falsa riga del primo: gran battaglie ma poche occasioni per segnare, le prime le hanno gli Inglesi con due touch a 5 metri dalla meta argentina ma che si risolvono con un nulla di fatto. Al 58esimo Boffelli sbaglia un non impossibile piazzato; tre minuti più tardi sono i Pumas ad avere una buona occasione con la rimessa laterale a pochi metri dalla meta ma la difesa inglese sventa la minaccia.
Entra Sanchez ma al 65esimo sbaglia un piazzato anche lui e così, dopo tante occasioni mancate, sono gli Inglesi a segnare: Lozosky prende un gran buco, arriva dentro i 22 Pumas, i suoi compagni imbastiscono 6 fasi prima di liberare Rokoduguni per la meta in bandierina; Ford converte il 21 a 3.
Nel finale la magra soddisfazione per l’Argentina passa per una gran azione fatta da 30 fasi di possesso prima che Sanchez trovi il varco per la meta; la trasformazione è sbagliata e il match finisce 21 a 8

Man of the Match: Mako Vunipola

Riepilogo test match Inghilterra-Pumas

Marcature per Inghilterra: Mete: Hughes, Rokoduguni Trasformazioni: Ford Piazzati: Ford 3
Marcature per Argentina: Mete:
Sanchez Trasformazioni: Piazzati: Boffelli
Cartellino giallo: Tuculet

Inghilterra: 15 Mike Brown, 14 Anthony Watson, 13 Jonathan Joseph, 12 Henry Slade, 11 Elliot Daly, 10 George Ford, 9 Ben Youngs, 8 Nathan Hughes, 7 Sam Underhill, 6 Chris Robshaw, 5 George Kruis, 4 Courtney Lawes, 3 Dan Cole, 2 Dylan Hartley (c), 1 Mako Vunipola
A disposizione: 16 Jamie George, 17 Ellis Genge, 18 Harry Williams, 19 Joe Launchbury, 20 Sam Simmonds, 21 Danny Care, 22 Alex Lozowski, 23 Semesa Rokoduguni

Argentina: 15 Joaquin Tuculet, 14 Ramiro Moyano, 13 Matias Moroni, 12 Santiago Gonzalez Iglesias, 11 Emiliano Boffelli, 10 Juan Martin Hernandez, 9 Martin Landajo, 8 Tomas Lezana, 7 Marcos Kremer, 6 Pablo Matera, 5 Tomas Lavanini, 4 Matias Alemanno, 3 Nahuel Tetaz Chaparro, 2 Agustin Creevy (c), 1 Santiago Garcia Botta
A disposizione: 16 Julian Montoya, 17 Lucas Noguera, 18 Enrique Pieretto, 19 Benjamin Macome, 20 Leonardo Senatore, 21 Gonzalo Bertranou, 22 Nicolas Sanchez, 23 Sebastian Cancellere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *