Test match: l’Inghilterra abbatte l’Australia

inghilterra-australia test match novembre 2017A Twickenham l’Inghilterra non perde un test match: l’Australia è battuta 30 a 6

Nella pioggia battente di Twickenham l’Inghilterra batte anche l’Australia; è stato un test match a lungo in equilibrio e segnato dalle quattro mete inglesi negli ultimi 25 minuti di gara.

Il primo buon attacco arriva al sesto minuto ed è di marca inglese, non porta punti ma c’era comunque il vantaggio e il conseguente calcio di Farrell va a bersaglio.
Nei primi 20 minuti si registra un dominio sterile inglese ma non si registrano grandi occasioni da punti. Al 22esimo il gran grillo talpa di McMahon da un’occasione piazzabile anche a Foley ma l’errore è abbastanza pacchiano.
L’Australia prende coraggio e al 27esimo si vede annullare una dubbia meta di Hooper; sempre Hooper è il protagonista, stavolta in negativo, 6 minuti più tardi quando si vede sventolato il cartellino giallo per fuorigioco ripetuto, Farrell punisce ulteriormente i Wallabies mettendo il conseguente calcio.
Al 38esimo Ford prova un drop ma sbaglia e al 40esimo arriva anche il secondo giallo per gli Australiani, stavolta è Beale a prendersi i 10 minuti.

Alla prima occasione, Hodge accorcia le distanze al 48esimo ma è l’Inghilterra a farsi arrembante, i Wallabies tengono in difesa e si salvano.
Al 55esimo è partita rotta: l’Australia è in attacco ma perde palla vicino alla meta, gli Inglesi liberano ma innescano la gran corsa di Kerevi, Kuridrani è imbarazzante perchè si lascia sfuggire l’ovale e lo regala a Youngs che spazza lungo, l’ovale sembra destinato ad uscire ma non è così, Beale è bruciato dal calcetto di Daly che arriva a schiacciare in meta.
Foley accorcia sul 13 a 6 ma poco dopo Care innesca Joseph col grubber e il centro inglese vola in meta; nel finale arriveranno due ulteriori segnature, quelle di May e Care e l’Australia è battuta 30 a 6.

Riepilogo test match Inghilterra-Australia

Marcature per Inghilterra: Mete: Daly, Joseph, May, Care Traformazioni: Farrell 2 Piazzati: Farrell 2
Marcature per Australia:
Cartellini gialli: Hooper, Foley

Inghilterra: 15 Anthony Watson, 14 Jonny May, 13 Jonathan Joseph, 12 Owen Farrell, 11 Elliot Daly, 10 George Ford, 9 Ben Youngs, 8 Nathan Hughes, 7 Sam Underhill, 6 Chris Robshaw, 5 Courtney Lawes, 4 Joe Launchbury, 3 Dan Cole, 2 Dylan Hartley (c), 1 Mako Vunipola
A disposizione: 16 Jamie George, 17 Joe Marler, 18 Harry Williams, 19 Maro Itoje, 20 Sam Simmonds, 21 Danny Care, 22 Henry Slade, 23 Semesa Rokoduguni

Australia: 15 Kurtley Beale, 14 Marika Koroibete, 13 Tevita Kuridrani, 12 Samu Kerevi, 11 Reece Hodge, 10 Bernard Foley, 9 Will Genia, 8 Sean McMahon, 7 Michael Hooper (c), 6 Ned Hanigan, 5 Blake Enever, 4 Rob Simmons, 3 Sekope Kepu, 2 Tatafu Polota-Nau, 1 Scott Sio
A disposizione: 16 Stephen Moore, 17 Tom Robertson, 18 Allan Alaalatoa, 19 Matt Philip, 20 Ben McCalman, 21 Lopeti Timani, 22 Nick Phipps, 23 Karmichael Hunt

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *