I Lions cominciano con fatica il tour 2017

lions tour 2017 provincial barbariansA Whangharei i Lions hanno sofferto per avere la meglio sui New Zealand Provincial Barbarians

Prova incolore dei Lions nel primo match del Tour 2017: al cospetto dei New Zealand Provincial Barbarians, squadra formata da giocatori neozelandesi di seconda fascia, la squadra allenata da Gatland è uscita con un misero 13 a 7, rischiando per di più di perdere nel finale.

L’inizio è tutto della squadra neozelandese, i Lions escono dalla propria metà campo per la prima volta all’ottavo minuto e si conquistano un calcio piazzabile che Sexton sbaglia; l’apertura neozelandese non sbaglia al 17esimo e porta i suoi sul 3 a 0.
Un minuto più tardi Laulala è protagonista di una gran corsa ma, a poco dalla meta, è un po’ egoista e l’azione sfuma per il gran recupero di Faletau.
Al 23esimo, ennesimo pick&go dei Neozelandesi e, quando resta loro la palla in mano, son veramente pericolosi, tant’è che arrivano fino in meta con Anderson-Heather; Gatland trasforma il 7 a 3.
I locali beneficiano dell’ottima prestazione di quel Gatland che è il figlio di Warren e che gioca veramente bene, soprattutto al piede, da numero 10. Dall’altra parte uno dei più pericolosi è sicuramente Ben Teo’o: da un suo acuto i Lions arrivano vicinissimi alla meta con Hogg; nel finale del primo tempo gli ospiti continuano a premere alla ricerca della meta ma i Provincial Barbarians resistono in difesa.
La ripresa si apre col piazzato di Laidlaw e al 52esimo arriva la meta di Watson dopo un buon contrattacco; Farrell trasforma il 13 a 7. Al 60esimo i locali sono in attacco dentro gli altrui 22, la difesa però regge e non si segna; non segna neanche Farrell dalla piazzola al minuto 66: il suo tentativo si stampa sul palo.
La partita scivola via senza acuti anche se i Lions devono rintuzzare ancora qualche attacco per evitare di cominciare malissimo questo Tour 2017.

Highlights primo match Tour dei Lions 2017

Riepilogo Lions-New Zealand Provincial Barbarians

Marcature per Provincial Barbarians: Meta: Anderson-Heather Trasformazione: Gatland
Marcature per British and Irish Lions: Meta: Watson Trasformazione: Farrell Piazzati: Sexton, Laidlaw

Provincial Barbarians: 15 Luteru Laulala (Counties Manukau), 14 Sam Vaka (Counties Manukau), 13 Inga Finau (Canterbury), 12 Dwayne Sweeney (Waikato), 11 Sevu Reece (Waikato), 10 Bryn Gatland (North Harbour), 9 Jack Stratton (Canterbury), 8 Mitchell Dunshea (Canterbury), 7 Lachlan Boshier (Taranaki), 6 James Tucker (Waikato), 5 Keepa Mewett (Bay of Plenty), 4 Josh Goodhue (Northland), 3 Oliver Jager (Canterbury), 2 Sam Anderson-Heather (c) (Otago), 1 Aidan Ross (Bay of Plenty)
A disposizione: 16 Andrew Makalio (Tasman), 17 Tolu Fahamokioa (Wellington), 18 Marcel Renata (Auckland), 19 Matt Matich (Northland), 20 Peter Rowe (Wanganui), 21 Richard Judd (Bay of Plenty), 22 Jonah Lowe (Hawke’s Bay), 23 Junior Ngaluafe (Southland)

British and Irish Lions: 15 Stuart Hogg, 14 Anthony Watson, 13 Jonathan Joseph, 12 Ben Te’o, 11 Tommy Seymour, 10 Johnny Sexton, 9 Greig Laidlaw, 8 Taulupe Faletau, 7 Sam Warburton (c), 6 Ross Moriarty, 5 Iain Henderson, 4 Alun Wyn Jones, 3 Kyle Sinckler, 2 Rory Best, 1 Joe Marler
A disposizione: 16 Jamie George, 17 Mako Vunipola, 18 Tadgh Furlong, 19 George Kruis, 20 Justin Tipuric, 21 Rhys Webb, 22 Owen Farrell, 23 Elliot Daly

Arbitro: Angus Gardner (Australia) Assistenti: Mike Fraser (New Zealand), Brendon Pickerill (New Zealand) TMO: Aaron Paterson (New Zealand)

One thought on “I Lions cominciano con fatica il tour 2017”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *