Test Match: l’Irlanda fa la storia

irlanda batte allblacksL’Irlanda batte per la prima volta in 111 anni di storia gli All Blacks

Veramente giù il capello di fronte a questa Irlanda che non solo ha fatto la storia vincendo per la prima volta in 111 anni contro gli All Blacks, ma li ha anche dominati in lungo e largo, rifilandolo loro 40 punti. I ragazzi di Joe Schmidt hanno giocato la partita perfetta, sfruttando gli errori altrui e giocando alla grande. Complimenti a loro.
Per quello che riguarda i Neozelandesi, certo non ha aiutato presentarsi a questo test match praticamente senza seconde linee e perdere Crotty dopo 26 minuti di gara, ma gli otto falli in 23 minuti – compreso il cartellino giallo a Moody – e i tanti errori hanno pesato sull’economia del gioco All Blacks che interrompono la striscia di 18 test match consecutivi vinti.

Al Soldier Field di Chicago l’Irlanda parte forte e al minuto 4 è già in vantaggio grazie al piazzato di Sexton; passa, però, meno di un minuto e il buco di Naholo è il preludio alla meta di Moala.
Al minuto 7 Moody è protagonista di uno spear tackle e il giallo è inevitabile per lui; con l’uomo in più l’Irlanda si porta in attacco e, grazie ad una rolling maul avanzante da touch, arriva in meta con Murphy; Sexton trasforma il 10 a 5.
Gli All Blacks non riescono a giocare complice la difesa agguerrita e i tanti falli commessi e allora in meta ci vanno ancora i verdi grazie ad un gran buco di Kearney in mezzo al traffico e al pick and try di CJ Stander.
Barrett mette il piazzato del 15 a 8 al minuto 21 ma due minuti più tardi gli risponde Sexton sempre dalla piazzola; al 26esimo si rompe Crotty e al 34esimo Murray sfrutta la dormita di Aaron Smith posizionato come guardia ai lati di un raggruppamento e segna la meta che Sexton trasforma per mandare al riposo i suoi avanti 25 a 8.
Gli All Blacks provano ad invertire la rotta ad inizio ripresa e cominciano ad attaccare ma, ancora una volta, gli errori di esecuzione spostano il pallino del gioco in mano agli Irlandesi che giocano una bella rolling maul avanzante prima di aprire dal lato chiuso dove Sexton libera Zebo per la meta del 30 a 8.
Dal 50esimo gli All Blacks provano a scuotersi e trovano prima la meta con TJ Perenara ben servito dal riciclo di Coles e poi quella con Smith liberato dall’offload di Barrett; le due trasformazioni di Barrett portano i suoi sotto fino al 30 a 22.
Al 59esimo Murray centra i pali dopo l’ennesimo fallo neozelandese ma gli All Blacks trovano la via della meta col debuttante Scott Barrett, 21 anni e fratello di Beauden.
Negli ultimi 10 minuti e col punteggio sul 33 a 29, l’Irlanda torna in attacco e trova la meta con Henshaw, uno dei migliori dei suoi, abile ad incrociare con Heaslip che parte da una mischia ordinata; la trasformazione di Carbery fissa il punteggio sul definitivo 40 a 29

Highlights del match All Blacks-Irlanda

Riepilogo del match del Soldier Field di Chicago

Marcature per Irlanda: Mete: Murphy, Stander, Murray, Zebo, Henshaw Trasformazioni: Sexton 2, Carbery Piazzati: Sexton 2, Murray

Marcature per All Blacks: Mete: Moala, Perenara, Smith, S Barrett Trasformazioni: Barrett 3 Piazzato: Barrett

Irlanda: 15 Rob Kearney, 14 Andrew Trimble, 13 Jared Payne, 12 Robbie Henshaw, 11 Simon Zebo, 10 Johnny Sexton, 9 Conor Murray, 8 Jamie Heaslip, 7 Jordi Murphy, 6 CJ Stander, 5 Devin Toner, 4 Donnacha Ryan, 3 Tadhg Furlong, 2 Rory Best (c), 1 Jack McGrath
A disposizione: 16 Sean Cronin, 17 Cian Healy, 18 Finlay Bealham, 19 Ultan Dillane, 20 Josh van der Flier, 21 Kieran Marmion, 22 Joey Carbery, 23 Garry Ringrose

All Blacks: 15 Ben Smith, 14 Waisake Naholo, 13 George Moala, 12 Ryan Crotty, 11 Julian Savea, 10 Beauden Barrett, 9 Aaron Smith, 8 Kieran Read (c), 7 Sam Cane, 6 Liam Squire, 5 Jerome Kaino, 4 Patrick Tuipulotu, 3 Owen Franks, 2 Dane Coles, 1 Joe Moody
A disposizione: 16 Codie Taylor, 17 Ofa Tu’ungafasi, 18 Charlie Faumuina, 19 Scott Barrett, 20 Ardie Savea, 21 TJ Perenara, 22 Aaron Cruden, 23 Malakai Fekitoa

2 thoughts on “Test Match: l’Irlanda fa la storia”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.