Test Match 2016: gli All Blacks battono ancora il Galles

All Blacks Galles test match 2016

Quattro mete in 13 minuti e gli All Blacks battono il Galles nel secondo test match

Dopo un primo tempo equilibrato, gli All Blacks hanno segnato 4 mete in tredici minuti e si sono così portati a casa il secondo test match del 2016 contro il Galles.

Dopo 16 minuti di gran equilibrio in cui le difese l’han fatta da padrone, è il Galles a mettere i primi punti del secondo test match 2016 contro gli All Blacks grazie al piazzato di Dan Biggar.
Alla prima vera incursione negli altrui 22 i Neozelandesi sono riusciti ad andare in meta: perfetta sventagliata da mischia ordinata, palla al rientrante Israel Dagg che non deve far altro che correre fino in meta; Cruden mette la trasformazione del 7 a 3. L’apertura dei Chiefs incrementa il vantaggio col piazzato del 10 a 3 al 30esimo.
Gli ultimi dieci minuti del primo tempo sono di marca gallese; i Dragoni si lanciano in attacco e alla fine trovano la meta con Alu Wyn Jones; Biggar trasforma e manda i suoi al riposo sul 10 a 10.
Bella partita nei primi 10 minuti di secondo tempo con anche un prezioso intercetto di Warburton che prova  riciclare per Faletau che si fa sfuggire la palla.
Dal 52esimo al 65esimo gli All Blacks segnano 4 mete e chiudono il discorso. Read intercetta una altrui touch, palla fuori, Kaino fissa il gioco, palla fuori a Barrett che prende il buco e libera la corsa fino in meta di Ben Smith; Barrett trasforma.
Non passano che tre minuti e, una gran spinta in mischia ordinata, è il presupposto per la meta di Barrett che sfugge al placcaggio di Roberts e schiaccia in mezzo ai pali; è lui stesso a trasformare.
Al 60esimo Read parte magistralmente dalla parte dell’introduzione di una mischia, serve smith che libera Naholo per la meta; al 65esimo arriva il poker con un’autentica lezione di passaggi e sostegni chiusa dall’inside step di Ardie Savea che segna la sua prima meta a livello seniores; Barrett trasforma il 36 a 10.
Negli ultimi 10 minuti arrivano due mete gallesi, la prima con Liam Williams e la seconda con Jonathan Davies che, però, servono solo a rendere meno amara la sconfitta.

Marcature All Blacks: Mete: Dagg, Smith, Barrett, Naholo, A Savea Trasformazioni: Cruden, Barrett 3 Piazzato: Cruden

Marcature per  Galles: Mete: AW Jones, L Williams, J Davies Trasformazioni: Biggar 2 Piazzato: Biggar

All Balcks: 15 Israel Dagg, 14 Ben Smith, 13 Malakai Fekitoa, 12 Ryan Crotty, 11 Waisake Naholo, 10 Aaron Cruden, 9 Aaron Smith, 8 Kieran Read (c), 7 Sam Cane, 6 Jerome Kaino, 5 Sam Whitelock, 4 Brodie Retallick, 3 Owen Franks, 2 Dane Coles, 1 Joe Moody
A disposizione: 16 Nathan Harris, 17 Wyatt Crockett, 18 Charlie Faumuina, 19 Patrick Tuipulotu, 20 Ardie Savea, 21 TJ Perenara, 22 Beauden Barrett, 23 Seta Tamanivalu

Galles: 15 Rhys Patchell, 14 Liam Williams, 13 Jonathan Davies, 12 Jamie Roberts, 11 Hallam Amos, 10 Dan Biggar, 9 Rhys Webb, 8 Taulupe Faletau, 7 Sam Warburton (c), 6 Ross Moriarty, 5 Alun Wyn Jones, 4 Luke Charteris, 3 Samson Lee, 2 Ken Owens, 1 Gethin Jenkins
A disposizione: 16 Scott Baldwin, 17 Rob Evans, 18 Tomas Francis, 19 Bradley Davies, 20 Ellis Jenkins, 21 Gareth Davies, 22 Rhys Priestland, 23 Scott Williams

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.