Peccato Italia!

L'Italia perde con la Francia nel primo match del Sei Nazioni 2016L’Italia perde 23 a 21 nel match d’esordio del Sei Nazioni 2016

Che dire: avremmo pagato oro alla vigilia perché fosse finita così ma alla fine usciamo dallo Stade de France con l’amaro in bocca perché avevamo l’ultima palla per vincerla e non è andata bene. Purtroppo abbiamo perso 23 a 21 con la Francia nel match d’esordio del Sei Nazioni 2016, ma siamo stati protagonisti di un ottimo match, ben giocato anche dai tanti debuttanti.

Cominciamo bene la partita e andiamo vicini alla meta in due occasioni ma nella prima Garcia è egoista e nella seconda Sarto è sfortunato; comunque mettiamo i primi punti del match col drop di Canna all’ottavo minuto. La Francia si scuote e, dopo aver sbagliato un piazzato con Bezy, vanno in meta con l’impressionante Vakatawa.
Buon momento dell’Italia attorno al 26esimo, ci guadagnano una touch sui 5 metri avversari e la sfruttiamo bene perché, al termine di una cassaforte ben fatta, Sergio Parisse schiaccia in meta e ci riporta avanti 8 a 5.
Al 33esimo, mentre stavamo difendendo bene gli attacchi sterili francesi, prendiamo un calcio di punizione, manchiamo di rischierarci, loro lo giocano velocemente e ci sorprendono al largo segnando in bandierina con Chouly.
Al 37esimo potremmo tornare nuovamente avanti ma Canna sbaglia un piazzato e sul finale del tempo andiamo vicinissimi alla meta con Campagnaro ma il nostro centro arriva solo a pochi centimetri dalla meta.
La ripresa la iniziamo come meglio non possiamo: al 43esimo Canna ci riporta avanti 11 a 10 col piazzato e tre minuti più tardi è sempre Carlo Canna protagonista con la meta al termine di un’ottima azione italiana fatta di possesso e avanzamento; Canna mette anche la trasformazione e in un amen siamo 18 a 10.
Si prosegue senza sussulti fino al 60esimo, minuto in cui la Francia va in meta alla prima azione decente che riescono a confezionare, il finalizzatore è Hugo Boneval, Bezy mette una buona trasformazione e loro ci sono di nuovo sotto.
Al minuto 69 Plisson riporta avanti i suoi col piazzato del 20 a 18 ma a sei dalla fine Haimona ci riporta avanti sul 21 a 20. Al 76, con la palla in mano, concediamo un calcio a metà campo e Plisson mette un gran piazzato per il 23 a 21. Nel finale ci riversiamo in attacco, siamo bravi a mantenere il possesso e a costruirci una piattaforma per il drop, lo prova Sergio ma, purtroppo, lo sbaglia.

Marcature per Francia: Mete: Vakatawa, Chouly, Bonneval Trasformazione: Plisson Piazzati: Plisson 2
Marcature per Italia: Mete: Parisse, Canna Trasformazione: Canna Piazzati: Canna, Haimona Drop Goal: Canna

Francia: 15 Maxime Médard, 14 Hugo Bonneval, 13 Gaël Fickou, 12 Jonathan Danty, 11 Virimi Vakatawa, 10 Jules Plisson, 9 Sébastien Bezy, 8 Louis Picamoles, 7 Damien Chouly, 6 Wenceslas Lauret, 5 Yoann Maestri, 4 Paul Jedrasiak, 3 Rabah Slimani, 2 Guilhem Guirado (c), 1 Eddy Ben Arous
A disposizione: 16 Camille Chat, 17 Uini Atonio, 18 Jefferson Poirot, 19 Alexandre Flanquart, 20 Yacouba Camara, 21 Maxime Machenaud, 22 Jean-Marc Doussain, 23 Maxime Mermoz

Italia: 15 David Odiete, 14 Leonardo Sarto, 13 Michele Campagnaro, 12 Gonzalo Garcia, 11 Mattia Bellini, 10 Carlo Canna, 9 Edoardo Gori, 8 Sergio Parisse (c), 7 Alessandro Zanni, 6 Francesco Minto, 5 Marco Fuser, 4 George Fabio Biagi, 3 Lorenzo Cittadini, 2 Ornel Gega, 1 Andrea Lovotti
A disposizione: 16 Davide Giazzon, 17 Matteo Zanusso, 18 Martin Castrogiovanni, 19 Valerio Bernabo, 20 Andries van Schalkwyk, 21 Guglielmo Palazzani, 22 Kelly Haimona, 23 Luke McLean

One thought on “Peccato Italia!”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.