Verso la Rugby World Cup: come stanno le altre squadre

È stato un weekend denso di partite, le ultime prima dell’inizio della Rugby World Cup 2015

Al di là della buona prestazione dell’Italia a Cardiff, c’erano molte partite interessanti in questo fine settimana, vediamo come sono andate.

A Parigi la Francia ospitava la Scozia; è stata una partita molto combattuta e incerta nel punteggio fino alla fine, le migliori indicazioni le trae la Scozia che ha perso si 19 a 16 ma all’ottantesimo, anzichè piazzare il calcio del pareggio prova a giocarlo per andare per la vittoria e le è mancato veramente poco per centrarla. I Transalpini fisicamente sono impressionanti, dominano possesso e territorio ma sembrano impacciati e con poche idee con la palla in mano; buon per noi. Attenzione alla Scozia invece seria candidata per un posto ai quarti di finale.

Sempre per restare tra le avversarie dell’Italia, l’Irlanda non ha giocato una gran partita a Twickenham contro l’Inghilterra; hanno avuto, però il merito di restare attaccati nel punteggio e di arrivare a giocarsi il match nel secondo tempo. Pesano di sicuro le brutte prestazioni di uomini chiave come Tommy Bowe mentre, di contro, gli Inglesi hanno giocato decisamente meglio, dominando per lunghi tratti il match.

Chi si fa notare sono invece le Fiji che, contro il Canada, giocano bene e segnano tanto, trascinate da Matawalu e Nadolo; le Fiji sono nel gruppo di ferro, la Pool A, e danno un bel segnale, soprattutto agli Inglesi che dovranno affrontarle all’esordio della Rugby World Cup il 18 settembre.

Senza problemi la vittoria dell’Australia sugli USA, tra i Wallabies torna a brillare la stella di Beale e gioca un gran match Sean McMahon.

Questi sono alcuni degli highlights del weekend:

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.