RWC 2015: All Blacks senza problemi con la Namibia

Vittoria facile nel secondo match di Rugby World Cup 2015 per gli All Blacks

C’è poco da commentare nella vittoria degli All Blacks contro la Namibia; i tutti neri guidati da Sam Cane 8 mete e si assicurano la seconda vittoria della Rugby World Cup 2015.

I Neozelandesi partono subito forte e nel giro di 10 minuti vanno già sul 15 a 0 grazie ad un piazzato di Barrett in apertura, le mete di Vito e Milner-Skudder e la trasformazione di Barrett. La Namibia è in evidente difficoltà ma quantomeno palesa impegno e trova soddisfazione con il piazzato di Kotzè al 14esimo minuto.
Al 20esimo gli All Blacks sono di nuovo in meta: maul avanzante dopo aver conquistato l’ovale in touch palla fuori a Sonny Bill Williams che abbatte il primo e libera Fekitoa per la meta in mezzo ai pali; Barrett trasforma e porta i suoi sul 22 a 3.
Al 23esimo Kotzè calcia in mezzo ai pali il suo secondo piazzato della serata ma i Neozelandesi sono ancora in meta al 31esimo conquistando così già il bonus: stavolta fa tutto Barrett che riceve il pallone da Perenara accelera sul buco lasciatogli dalla difesa e schiaccia in mezzo ai pali; è lo stesso mediano di apertura che si incarica di trasformare.
Sul finale di tempo Perenara parte da una mischia ordinata, si inventa un bel grubber su cui si avventa SBW, palla fuori e Milner-Skudder segna in bandierina.
LA ripresa si apre col piazzato di Kotzè che porta ancora punti ai Namibiani, sotto ora 34 a 9, ma non c’è niente da fare quando gli All Blacks imbastiscono i loro tipici multifase avanzanti, alla fine di uno di questi piomba letteralmente Savea che schiaccia in meta di potenza; Barrett mette la trasformazione del 41 a 9.
La grande, e meritata, soddisfazione per la Namibia arriva al 50esimo: buona azione corale, palla fuori a Deysel che si libera di tre Neozelandesi e riesce ad arrivare fino alla meta.
Le difficoltà in difesa e i conseguenti falli costringono Poite a mostrare il cartellino giallo al pilone Engels e per gli All Blacks diventa ancora più facile segnare ancora: al 62esimo è Ben Smith a varcare la linea della meta.
Entra anche Richie McCaw per prendersi il cap e l’ennesima vittoria. Negli ultimi cinque minuti dell’incontro segna ancora Savea che sradica il suo avversario diretto nell’uno contro uno a cinque metri dalla meta e Codie Taylor che riceve un gran assist da Milner-Skudder abile a recuperare il chip di Barrett. Finirà 54 a 11

Marcature per All Blacks:
Mete:
 Vito, Milner-Skudder 2, Fekitoa, Barrett, Savea 2, Smith, Taylor
Trasformazioni: Barrett 4, Slade
Piazzato: Barrett

Marcature per Namibia:
Meta: 
Deysel
Piazzati: Kotzè 3
Cartellino gialloEngels

All Blacks: 15 Colin Slade, 14 Nehe Milner-Skudder, 13 Malakai Fekitoa, 12 Sonny Bill Williams, 11 Julian Savea, 10 Beauden Barrett, 9 TJ Perenara, 8 Victor Vito, 7 Sam Cane (c), 6 Jerome Kaino, 5 Samuel Whitelock, 4 Luke Romano, 3 Charlie Faumuina, 2 Codie Taylor, 1 Ben Franks.
A disposizione: 16 Keven Mealamu, 17 Wyatt Crockett, 18 Tony Woodcock, 19 Kieran Read, 20 Richie McCaw, 21 Tawera Kerr-Barlow, 22 Ma’a Nonu, 23 Ben Smith.

Namibia: 15 Johan Tromp, 14 David Philander, 13 JC Greyling, 12 Johan Deysel, 11 Conrad Marais, 10 Theuns Kotzè, 9 Eugene Jantjies, 8 Leneve Damens, 7 Tinus du Plessis, 6 Jacques Burger (capt), 5 Pieter-Jan van Lill, 4 Tjuee Uanivi, 3 Johannes Coetzee, 2 Torsten van Jaarsveld, 1 Jaco Engels.
A disposizione: 16 Louis van der Westhuizen, 17 Casper Viviers, 18 Raoul Larson, 19 Renaldo Bothma, 20 Janco Venter, 21 Rohan Kitshoff, 22 Eneill Buitendag, 23 Chrysander Botha.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *