Incontro con Matteo Zanusso, pilone della Benetton

matteo-zanusso-benettonIncontriamo Matteo Zanusso, classe 1993, pilone sinistro della Benetton rugby una delle sorprese di questo inizio stagione

Onestamente in pochi si aspettavano ad inizio stagione che Matteo Zanusso arrivasse ad essere uno dei titolari quasi inamovibili della Benetton Rugby; ma da quando si è presentato quest’estate, all’inizio del raduno, “un po’” sovrappeso, al punto subito di guadagnarsi il soprannome di ciccio, Matteo di strada e di lavoro ne ha fatta ed adesso non è raro vederlo giocare partite anche per tutti gli ottanta minuti mantenendo sempre un buon livello.
L’ho incontrato e gli ho posto le stesse domande che ho fatto la settimana scorsa ad Enrico Bacchin.

1) Matteo quali sono le differenze principali tra il giocare in eccellenza e il giocare a Treviso?
La maggior differenza che ho trovato è sicuramente il ritmo partita, quest’anno è decisamente più elavato, qua bisogna correre!!!

2) Sportivamente parlando riesci a dirmi il tuo miglior pregio e il tuo peggior difetto
Il mio peggior difetto sicuramente è la difficoltà che ho nel raggiungere un buon livello atletico, il fitness non è mai stato il mio forte; il mio pregio è sicuramente la gran voglia di lavorare e crescere che ho!

3) Giocatore più forte che hai incontrato finora
Parlando di avversari diretti, sicuramente il giocatore più forte contro cui ho giocato è Salesi Ma’afu pilone destro di Northampton, una bestia!!!

4) Stadio più bello in cui ha giocato finora
Lo stadio più bello sicuramente è Murrayfield, c’ero già stato a vedere la nazionale un paio di anni fa però giocarci è tutta un’altra cosa

5) Quali sono le tue ambizioni sportive, nel senso Treviso è un punto d’arrivo o un punto di partenza per ambire a qualcosa di più?
Treviso è sicuramente un punto di partenza, non mi è mai piaciuto accontentarmi.

6) Dimmi una cosa che secondo te manca a Treviso per potersela giocare con le altre squadre di PRO 12
A Treviso non manca niente per giocarsela con le altre squadre di PRO 12 lo ha dimostrato più di qualche volta in questi ultimi anni, magari commettere qualche errore in meno potrebbe aiutarci però per fare questo bisogna lavorare duro e prima o poi ci prenderemo delle belle soddisfazioni.

7) Oltre al rugby hai qualche altra passione?
Oltre al rugby mi piace andare in moto e stare con gli amici in compagnia.

8) Da grande cosa vorresti fare?
Da grande vedremo cosa mi porterà a fare il mio percorso, adesso non so cosa farò…sono sicuro che qualcosa troverò da fare

One thought on “Incontro con Matteo Zanusso, pilone della Benetton”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.