Alun Gibbard – Who beat the All Blacks

who beat the all blacks

31 Ottobre 1972, una paese si ferma, the day the pub run dry. In quel giorno ricorre il centenario – più o meno – di uno dei club più prestigiosi del GallesLlanelli, e per l’occasione, allo Stardey Park venne organizzato un match contro gli All Blacks; il risultato di quella partita ha dell’incredibile perché alla fine i Gallesi vinsero 9 a 3 .
Questo libro racconta il background, la storia, i personaggi, della più famosa vittoria che un club gallese abbia mai conseguito: ci sono passi incredibili come il racconto del pasto pre-match di Delme Thomas, il capitano di quel Lllanelli

…Delme asked for a sherry [and] for an egg and broke the raw egg into the sherry and downed in one

o la storia di Carwyn James, l’uomo che guidò quella squadra e che riuscì nell’impresa di sconfiggere gli All Blacks 4 volte in tre anni: due volte coi Lions del 1971, una volta con i Barbarians – quelli del 1973 con la famosa meta di Gareth Edwards nell’azione cominciata da Phil Bennett, giocatore del Llanelli del 1972 – e una volta con Llanelli, senza dimenticare il pareggio del 1971. Un uomo che quindi, da allenatore affrontò 6 volte la Nuova Zelanda perdendo una sola volta e, udite udite, non fu mai considerato per guidare la nazionale gallese.
Non potete perdere questo libro per provare a rivivere le emozioni di cosa vuol dire giocare a rugby in Galles e per convincervi vi lascio con un passo riportato di un cronista neozelandese al seguito degli All Blacks:

There is at Stradey Park an intensity of parochial feeling, love of the game, and enthusiasm far beyond anything I have experienced anywhere in the rugby world. Not even in other parts of Wales, South Africa, Fiji or even Otago, New Zealand, have I experienced such vehemently violent passion and it is the only place I know where all crowd leads the pack and often referees the match as well.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *