RWC 2015 grandi Pumas contro l’Irlanda

Pumas in semifinale

I Pumas giocano un gran match e sono meritatamente in semifinale

L’Argentina ha battuto l’Irlanda nel terzo quarto di finale della Rugby World Cup 2015 imponendo un gran ritmo sin dalle prime battute e resistendo al ritorno di un’Irlanda che ha dovuto giocare senza Sexton, O’Brein, O’Connell e O’Mahony.

Argentina mostruosa nei primi 15 minuti del match: al terzo minuto i Pumas muovono benissimo la palla al largo e trovano la meta in bandierina con Moroni, Sanchez trasforma; al decimo altra azione al largo con palla a Cordero che si inventa il calcetto che Imhoff recupera e schiaccia in meta, Sanchez mette la trasformazione del 14 a 0 e, pochi minuti dopo, anche il piazzato del 17 a 0.
L’Irlanda continua ad essere palesemente in difficoltà sia in attacco che in difesa ma al 17esimo beneficia della superiorità numerica per il cartellino giallo a Herrera che carica con la spalla un uomo senza palla. Madigan mette il piazzato al 20esimo e subito dopo gli fa eco Sanchez che però manca la chance al 25esimo.
L’Irlanda però non si disunisce del tutto e alla prima palla mossa bene Fitzgerald si inventa una gran corsa fino in meta; Madigan mette la trasformazione del 20 a 10 Pumas.
L’ultima chance di far punti nel primo tempo passa per il piede di Madigan ma l’apertura centra il palo al minuto 33.
La ripresa si apre con lo scatenato Fitzgerald che scardina la difesa e serve Murphy che corre fino in meta, Madigan trasforma il -3.
Pochi minuti più tardi i Pumas contengono una sfuriata offensiva irlandese, recuperano palla, vanno di lá e si conquistano il calcio di punizione che Sanchez mette tra i pali.
Al 53esimo Herrera rischia tantissimo perché carica un irlandese con la sola spalla ed era già ammonito; Madigan nel frattempo mette il piazzato del 20 a 23.
Si entra nell’ultimo quarto di match con Madigan che avrebbe la possibilità di mettere il calcio del pareggio ma non è preciso e di fatto si spengono qui le speranze irish in quanto i Pumas riprendono a giocare bene e trovano prima un piazzato di Sanchez e poi la meta, sempre al largo, con Tuculet che è abile a resistere e schiacciare in bandierina; Sanchez mette una gran trasformazione ed è 33 a 20 Argentina.
Al 73esimo la ciliegina sulla torta la mette Fernandez Lobbe che buca la difesa e serve Imhoff che corre in meta; Sanchez trasforma e mette anche il piazzato finale del definitivo 43 a 20.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *