Test match: Italia chiude con una sconfitta con gli Springboks

parisse test match italia-springboks

L’Italia si schianta sulla difesa degli Springboks e chiude il test match di Padova perdendo 35 a 6

Non c’è stato niente da fare per l’Italia contro gli Springboks: nell’ultimo nostro test match di Novembre chiudiamo largamente sconfitti dal Sud Africa che ci ha dominato in mischia e non ha concesso niente in difesa.

L’Italia parte bene e per 10 minuti domina il possesso, i punti però arrivano solo da un piazzato di Canna; viceversa gli Springboks col pallone in mano sono molto più efficaci e dopo 17 fasi di autoscontri frontali arrivano in meta con Louw al minuto 14; Pollard trasforma il 3 a 7.
Al 20esimo, dopo un buon attacco da touch, ci guadagnano il secondo calcio del pomeriggio con Canna e accorciamo sul 6 a 7. Quattro minuti più tardi il Sud Africa rinuncia a piazzare, va in touch e arriva in meta grazie alla maul avanzante pilotata da Mbonambi; Pollard mette la trasformazione del 14 a 6.
Dieci minuti più tardi, col vantaggio a disposizione, Pollard mette per aria un up and under su cui Hayward manca la presa, è lesto Venter a recuperare l’ovale e a schiacciare in meta; Pollard è preciso e fissa il punteggio sul 21 a 6.
L’ultima occasione per far punti nel primo tempo passa per i piedi di Canna ma il nostro mediano di apertura manca una non impossibile occasione.

Il secondo tempo lo cominciamo concedendo due calci consecutivi, loro si organizzano con la maul da touch e chiudono con la meta di Kitshoff; Pollard trasforma il 28 a 6.
A cavallo del 60esimo minuto proviamo ad attaccare ripetutamente la loro diga difensiva ma i nostri avversari ci concedono solo di entrare sporadicamente e per pochi metri nei loro 22; nel finale la loro ultima scorribanda nei nostri di 22 si conclude con la meta di Mostert che Jantjies trasforma per il definitivo 35 a 6.

Riepilogo test match Italia-Sud Africa

Marcature per ItaliaPiazzati: Canna 2
Marcature per SpringboksMete: Louw, Mbonami, Venter, Kitshoff, Mostert Trasformazioni: Pollard 4, Jantjies

Italia: 15 Jayden Hayward, 14 Angelo Esposito, 13 Tommaso Boni, 12 Tommaso Castello, 11 Mattia Bellini, 10 Carlo Canna, 9 Marcello Violi, 8 Sergio Parisse (c), 7 Abraham Steyn, 6 Giovanni Licata, 5 Dean Budd, 4 Marco Fuser, 3 Simone Ferrari, 2 Luca Bigi, 1 Andrea Lovotti
A disposizione: 16 Leonardo Ghiraldini, 17 Federico Zani, 18 Tiziano Pasquali, 19 Francesco Minto, 20 Renato Giammarioli, 21 Edoardo Gori, 22 Ian Mckinley, 23 Matteo Minozzi

Sud Africa: 15 Andries Coetzee, 14 Dillyn Leyds, 13 Jesse Kriel, 12 Francois Venter, 11 Courtnall Skosan, 10 Handré Pollard, 9 Ross Cronje, 8 Duane Vermeulen, 7 Pieter-Steph du Toit, 6 Francois Louw, 5 Lood de Jager, 4 Eben Etzebeth (c), 3 Wilco Louw, 2 Bongi Mbonambi, 1 Tendai Mtawarira
A disposizione: 16 Chiliboy Ralepelle, 17 Steven Kitshoff, 18 Trevor Nyakane, 19 Franco Mostert, 20 Dan du Preez, 21 Rudy Paige, 22 Elton Jantjies, 23 Warrick Gelant

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *