Guinness PRO12: la finale sarà Munster-Scarlets

scarlets european champions cupLa finale della Guinness PRO12 sarà tra Munster e Scarlets

Tanti davano per certo che la finale della Guinness PRO12 di quest’anno sarebbe stato un affare irlandese ma pochi avevano fatto i conti con gli Scarlets.
A Dublino la squadra gallese ha giocato una grande partita contro Leinster, per di più lo ha fatto in 14 per tutta la durata della ripresa, e alla fine ha portato a casa un meritato successo.
La vittoria degli Scarlets è stata costruita per lo più nel primo tempo: all’ottavo minuto una mezza incertezza in difesa di Leinster fa si che Barclay trovi il buco prima di liberare la corsa di Steff Evans che culmina con la meta.
Leinster prova a scuotersi ma deve affidarsi alle abilità individuali dei singoli piuttosto che al gioco di squadra, in ogni caso la squadra di casa riesce a trovare il piazzato con Nacewa e la meta del vantaggio con Ringrose, liberato dalla corsa di Conan.
Scarlets però riprende a giocare meglio e nel giro di pochi minuti trova le mete di Shingler e di Gareth Davies e in un amen la squadra gallese si ritrova avanti 21 a 10. L’episodio che poteva cambiare il match è arrivato a pochi minuti dalla fine del primo tempo: Steff Evans è protagonista di un placcaggio pericoloso su Ringrose che atterra sulla testa e Mitrea non può far altro che mostrargli il cartellino rosso.
Nella ripresa Leinster ci prova ma la difesa Scarlets regge l’urto e concede solo la meta di Conan al 63esimo; nel finale sono arrivati due piazzati di Liam Williams che hanno regalato il 27 a 15 finale che ha mandato gli Scarlets in finale di Guinness PRO12.

È andato tutto secondo pronostico, invece, la seconda semifinale: al Thomond Park Munster ha battuto Ospreys grazie ad un finale in crescendo. Il primo tempo è stato tutto sommato equilibrato, i primi a mettere punti sul tabellone sono stati gli ospiti grazie al piazzato di Biggar; al 26esimo Saili è riuscito a segnare la meta che assieme al piazzato di Bleyendaal ha dato l’8 a 3 a Munster, punteggio con la quale si è concluso il primo tempo.
Nella ripresa, dopo un paio di occasioni per parte fallite, i primi a segnare sono stati quelli della Red Army grazie alla meta di Zebo propiziata dall’iniziativa di Saili e dalla combinazione di Murray e Earls. Bleyendaal ha, poi, piazzato il 18 a 3.
A ridosso degli ultimi dieci minuti di match Ospreys ha provato a riaprirla con l’azione in solitaria di Otten ma la meta gli è stata negata per un precedente avanti di un compagno. Il match lo ha chiuso, nel finale, la meta di Conway che ha dato la sicurezza a Munster di giocarsi la finale.

Highlights semifinali Guinness PRO12

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.