Rugby Championship 2016: All Blacks troppo forti per l’Australia

All Blacks vincono in Rugby Championship e conservano la Bledisloe CupGli All Blacks dominano l’Australia a Wellington e sono a pieni punti nel Rugby Championship 2016

A Wellington è andato in scena il 156esimo scontro tra All Blacks e Australia; i Neozelandesi ne hanno vinti 107 e anche in questa seconda giornata del Rugby Championship 2016 non c’è stata storia; 29 a 9 è il risultato di una partita che non è stata mai in bilico con gli All Blacks che continuano a palesare una competenza rugbystica inarrivabile e soprattutto continuano a vincere la Bledisloe Cup.

Dopo 8 minuti Owen Franks fa un gran numero: il pilone finge di entrare in un buco, muove la palla all’esterno dove ci son solo maglie nere e alla fine la meta la segna Israel Dagg, schierato all’ala per l’occasione; Barrett trasforma il 7 a 0.
L’Australia in attacco la si vede al minuto 12 e si conquista un calcio di punizione che Foley sfrutta per accorciare sul 7 a 3; al restart sono i Neozelandesi a conquistarsi un calcio che Barrett mette per ristabilire il +7. Al 21esimo è di nuovo il turno di Foley dalla piazzola e il primo centro di giornata mette il 10 a 6.
Non passano però che due minuti e arriva una meta facile dei padroni di casa: Barrett corre in un mezzo buco, passaggio all’esterno per Dagg, inside step del trequarti ala per mandare al bar Cooper e seconda meta per lui.
L’Australia ci prova ma la solida difesa All Blacks non fa passare nessuno e si guadagna un calcio piazzabile che però Barrett sbaglia. Chi non sbaglia è Reece Hodge che mette un gran piazzato dalla sua metà campo per portare i suoi sul 15 a 9.
Sul finale di tempo arriva il cartellino giallo assurdo preso da Coleman che non trova di meglio che caricare con la sola spalla Ben Smith che peraltro si era già liberato del pallone.
Al minuto 47 arriva la terza meta neozelandese: Ben Smith si libera con facilità del proprio avversario prima di servire Julian Savea che corre lungo il suo corridoio preferito – il corridoio dei 5 metri – prima di tuffarsi per la sua 41esima meta in 48 test; Barrett indovina una gran trasformazione e porta i suoi sul 22 a 9.
L’Australia non passa metà campo, Hodge ci riprova da lontanissimo ma stavolta il suo tentativo non ha la mira del precedente; anche Barrett sbaglia dalla piazzola ma si gioca costantemente nella metà campo dei Wallabies.
Al 62esimo, da un multifase perfetto neozelandese, arriva la meta di Sam Cane che Barrett trasforma per il 29 a 9. Nell’ultimo quarto d’ora succede poco, l’Australia passa metà campo per la prima volta al 78esimo e a momenti trova la meta con Phipps che però si fa sfuggire l’ovale al momento di schiacciare e il match finisce così 29 a 9.

Questi sono gli highlights del match

Marcature per Nuova Zelanda: Mete: Dagg 2, Savea, Cane Trasformazioni: Barrett 3 Piazzato: Barrett
Marcature per Australia:  Piazzati: Foley 2, Hodge
Cartellino giallo: Fardy

All Blacks: 15 Ben Smith, 14 Israel Dagg, 13 Malakai Fekitoa, 12 Anton Lienert-Brown, 11 Julian Savea, 10 Beauden Barrett, 9 Aaron Smith, 8 Kieran Read (c), 7 Sam Cane, 6 Jerome Kaino, 5 Samuel Whitelock, 4 Brodie Retallick, 3 Owen Franks, 2 Dane Coles, 1 Joe Moody
A disposizione: 16 James Parsons, 17 Wyatt Crockett, 18 Charlie Faumuina, 19 Liam Squire, 20 Ardie Savea, 21 TJ Perenara, 22 Aaron Cruden, 23 Seta Tamanivalu

Australia: 15 Israel Folau, 14 Adam Ashley-Cooper, 13 Samu Kerevi, 12 Bernard Foley, 11 Dane Haylett-Petty, 10 Quade Cooper, 9 Will Genia, 8 David Pocock, 7 Michael Hooper, 6 Scott Fardy, 5 Adam Coleman, 4 Kane Douglas, 3 Sekope Kepu, 2 Stephen Moore, 1 Scott Sio
A disposizione: 16 Tatafu Polota-Nau, 17 James Slipper, 18 Allan Ala’alatoa, 19 Dean Mumm, 20 Will Skelton, 21 Tevita Kuridrani, 22 Reece Hodge, 23 Nick Phipps

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.