Walter Bonatti – I miei ricordi


Grazie a questo libro ho imparato a conoscere ed apprezzare l’uomo Walter Bonatti. L’autore ripercorre in questa pubblicazione tutte le tappe che lo hanno visto impegnarsi con ostinazione e forza d’animo in una interminabile battaglia per far trionfare la verità.
Tutto nasce nel 1954, anno in cui una spedizione italiana conquista il K2: quello che tutti sanno di quell’impresa è che in cima ci arrivarono Lino Lacedelli e Achille Compagnoni, quello che tanti non sanno è che quel gesto eroico cela una storia poco edificante in pieno stile italiano.
L’autore nei suoi ricordi e in altri libri si prefigge l’obiettivo di rivisitare il menzoniero e lacunoso racconto ufficiale del capo spedizione Ardito Desio e di far venire a galla la verità e non lo fa per se stesso, visto che un tribunale lo ha già riabilitato nel 1967, ma per tutti quelli che vogliono o vorranno sapere la vera storia della conquista del K2.
Walter Bonatti oltre ad essere un grande uomo è stato uno straordinario alpinista, capace di portare a termine imprese eroiche come la prima in solitaria, in inverno della nord del Cervino, o come la Grandes Jorasses in invernale e capace di sopravvivere a grandi tragedie come quella che ha colpito 4 mebri di due cordate al Pilone Centrale del Freney; quando decise di smettere con l’alpinismo compì starordinari viaggi-avventura in terre per lo più inesplorate a testimonianza del suo amore per la natura più selvaggia.
Vi invito a leggere questo libro primo per conoscere un uomo che fa della lealtà un punto d’onore e poi per apprezzare uno dei più grandi alpinisti e avventurieri del mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.