RWC 2015: l’Italia soffre ma batte il Canada

leonardo ghiraldini capitano contro la franciaL’Italia batte con tanta fatica il Canada a Leeds e vince la sua prima partita della Rugby World Cup 2015

Ok l’obiettivo primo era vincere e l’abbiamo raggiunto; però aleggiano tanti dubbi sulla vittoria dell’Italia su un mai domo Canada.

L’inizio del match é equilibrato, al nono minuto ci guadagniamo un calcio piazzabile ma ci viene girato per lo stamping  di Gori.
In difesa siamo in difficoltà e al 14esimo concediamo un calcio che Hirayama sfrutta per dare il 3 a 0 ai suoi. Ripresa del gioco, Venditti spaesato in difesa e Van del Merwe se ne va per 50 metri, sostegno dei suoi, palla di nuovo a Van del Merwe che segna la meta ; Hirayama trasforma.
Al 17esimo Gori entra in partita, gran corsa per lui, riciclo per Rizzo che schiaccia in meta; Allan mette i due punti della trasformazione.
Attorno al 20esimo abbiamo due occasioni per segnare da touch ma prima ci rubano la palla e poi ci costringono al turnover.
Al 25esimo Minto recupera un calcetto poi proviamo a muoverla ma c’è l’evidente fuori gioco canadese, Allan mette il conseguente calcio.
Poco dopo la mezzora prendiamo un calcio da mischia ordinata, Hirayama ci prova da lontanissimo ma sbaglia.
Al 37esimo ci guadagnamo un calcio che però Canna manca di poco; nel finale prima arriva un buon movimento dei nostri trequarti che porta Canna ad un passo dalla meta e poi loro pasticciano e ci regalano un calcio che Allan, rientrato dalla temporanea, mette per darci il primo vantaggio; 13 a 10 è anche il risultato finale del primo tempo.
Il secondo tempo inizia malissimo per noi, il Canada ci segna in prima fase: Benvenuti manca un placcaggio, McLean non c’è in difesa e Evanes ci buca e schiaccia in meta.
Al 47esimo ci salviamo solo per una chiamata del TMO che vede un avanti in una loro azione finita con la meta.
Comincia un periodo di sola sofferenza per noi, sempre in difesa e mai troppo aggressivi ma al 58esimo abbiamo un sussulto e andiamo in meta: cambiamo la giocata in touch e li sorprendiamo con una furba, se ne va Ghiraldini, un paio di pick and go, palla fuori e Garcia si allunga fino in meta; Allan trasforma il 20 a 15.
Proviamo ad imbastire qualche attacco con scarsi risultati, Allan prova un drop ma il suo tentativo non va neanche vicino ai pali.
Si entra negli ultimi dieci minuti e torniamo a soffrire in difesa, al 71esimo concediamo un calcio e Hirayama lo sfrutta per riportare i suoi a -2.
Nel finale riusciamo ad entrare nella loro metà campo e a tempo scaduto Allan piazza il definitivo 23 a 18.

Marcature per Italia:
Mete: Rizzo, Garcia
Trasformazioni: Allan 2
Piazzati: Allan 3

Marcature per Canada:
Mete: Van der Merwe, Evans
Trasformazione: Hirayama
Piazzati: Hirayama 2

Italia: 15 Luke McLean, 14 Leonardo Sarto, 13 Tommaso Benvenuti, 12 Gonzalo Garcia, 11 Giovanbattista Venditti, 10 Tommaso Allan, 9 Edoardo Gori, 8 Samuela Vunisa, 7 Francesco Minto, 6 Alessandro Zanni, 5 Josh Furno, 4 Quintin Geldenhuys, 3 Lorenzo Cittadini, 2 Leonardo Ghiraldini (c), 1 Michele Rizzo.
A disposizione: 16 Davide Giazzon, 17 Matias Aguero, 18 Martin Castrogiovanni, 19 Marco Fuser, 20 Mauro Bergamasco, 21 Guglielmo Palazzani, 22 Carlo Canna, 23 Michele Campagnaro.

Canada: 15 Matt Evans, 14 Phil Mackenzie, 13 Ciaran Hearn, 12 Connor Braid, 11 DTH van der Merwe, 10 Nathan Hirayama, 9 Jamie Mackenzie, 8 Tyler Ardron (c), 7 John Moonlight, 6 Nanyak Dala, 5 Jamie Cudmore, 4 Jebb Sinclair, 3 Doug Wooldridge, 2 Ray Barkwill, 1 Hubert Buydens.
A disposizione: 16 Aaron Carpenter, 17 Djustice Sears-Duru, 18 Andrew Tiedemann, 19 Evan Olmstead, 20 Kyle Gilmour, 21 Phil Mack, 22 Conor Trainor, 23 Harry Jones.

One thought on “RWC 2015: l’Italia soffre ma batte il Canada”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.