Sei Nazioni 2018: Italia beffata dalla Scozia

L’Italia perde anche l’ultima partita del Sei Nazioni 2018, all’Olimpico passa la Scozia 29 a 27

Che dire: peccato perché di fronte ad una pessima Scozia, con un Russell imbarazzante e con poca verve in difesa, l’Italia non è riuscita a portare a casa la prima vittoria in questo Sei Nazioni 2018. Onestamente abbiamo fatto vedere sprazzi di bel gioco e finalmente abbiamo palesato un po’ di attitudine in difesa ma questo non è bastato e chiudiamo il torneo con cucchiaio di legno e white wash.

L’Italia parte forte e al primo multifase con avanzamento ci guadagniamo un calcio che Allan mette tra i pali per il 3 a 0.
In campo c’è anche la Scozia che con la palla in mano fa sempre tanta strada e alla fine arriva in meta con Frazer Brown. Noi non ci scomponiamo più di tanto, ritorniamo nella loro metà campo e alla fine Allan trova la meta facendo breccia in una povera difesa scozzese; il nostro mediano di apertura trasforma il 10 a 5.
Al 21esimo siamo di nuovo in meta stavolta con Minozzi imbeccato da un gran grubber di Allan; lo stesso Allan trasforma il 17 a 5. La Scozia si ritrova attorno ad una rolling mal e trova soddisfazione con la meta di Barckley trasformata da Laidlaw per il 17 a 12.
La corsa di Polledri inaugura il secondo tempo, l’assist per Allan è al bacio e al 45esimo siamo già in meta; sempre Allan trasforma il 24 a 12.
La partita non è esaltante soprattutto per demerito della Scozia ma al 61esimo, alla prima loro azione decente, ci fanno la meta con Maitland; Laidlaw trasforma il 24 a 19.
Si entra negli ultimi 10 minuti di match che iniziano con un carrettino di 30 metri scozzese che è il preludio alla meta di Hogg che buca Negri; Laidlaw trasforma ed è sorpasso 26 a 24.
Il calcio di Allan ci rimette davanti ma il successivo piazzato di Laidlaw regala loro il successo.

Man of the Match: Tommaso Allan

Riepilogo Italia-Scozia, Sei Nazioni 2018

Marcature per ItaliaMete: Allan 3, Minozzi Trasformazioni: Allan 3 Piazzati: Allan 2
Marcature per ScoziaMete: Brown, Barckley, Maitland, Hogg Trasformazioni: Laidlaw 3 Piazzato: Laidlaw

Italia: 15 Matteo Minozzi, 14 Tommaso Benvenuti, 13 Giulio Bisegni, 12 Tommaso Castello, 11 Mattia Bellini, 10 Tommaso Allan, 9 Marcello Violi, 8 Sergio Parisse, 7 Jake Polledri, 6 Sebastian Negri, 5 Dean Budd, 4 Alessandro Zanni, 3 Simone Ferrari, 2 Leonardo Ghiraldini, 1 Andrea Lovotti
A disposizione: 16 Oliviero Fabiani, 17 Nicola Quaglio, 18 Tiziani Pasquali, 19 Abraham Steyn, 20 Giovanni Licata, 21 Guglielmo Palazzani, 22 Carlo Canna, 23 Jayden Hayward

Scozia: 15 Stuart Hogg, 14 Tommy Seymour, 13 Huw Jones, 12 Nick Grigg, 11 Sean Maitland, 10 Finn Russell, 9 Greig Laidlaw, 8 Ryan Wilson, 7 Hamish Watson, 6 John Barclay (c), 5 Jonny Gray, 4 Tim Swinson, 3 WP Nel, 2 Fraser Brown, 1 Gordon Reid
disposizione: 16 Stuart McInally, 17 Jamie Bhatti, 18 Zander Fagerson, 19 Richie Gray, 20 David Denton, 21 Ali Price, 22 Pete Horne, 23 Blair Kinghorn

One thought on “Sei Nazioni 2018: Italia beffata dalla Scozia”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *