Test Match 2016: la rimonta degli Springboks

Gli Springboks rimontano 16 punti e battono nel secondo test match l’Irlanda

Tanto di cappello agli Springboks che hanno vinto il secondo test match 2016 contro l’Irlanda ma è una vittoria che arriva al termine di una partita giocata veramente male, con tanti falli e tanti errori; il crollo irlandese e il punch di alcune individualità – leggi De Allende e Combrinck – hanno fatto il resto.

I primi a mettere punti sul tabellone sono gli Springboks grazie al piazzato di Jantjies al quarto, poi per quasi mezzora si è assistito alla fiera del fallo e dell’errore dei Sudafricani che incassano quattro piazzati di Jackson che portano l’Irlanda sul 12 a 3.
Al 31esimo e 33esimo Jantjies avrebbe la possibilità di accorciare ma manca due non impossibili piazzati. Al 34esimo Muovo si impappina goffamente su un pallone e lo mette nelle mani di Payne che imposta un raggruppamento, nel proseguo dell’azione arriva la meta di Toner; Jackson trasforma il 19 a 3.
Al 40esimo l’ennesimo fallo del Sud Africa concede a Jackson una quinta opportunità di piazzare un calcio ma l’apertura lo sbaglia.
Si riprende a giocare ma il leitmotiv non cambia: l’Irlanda attacca ordinata e i padroni di casa concedono metri e falli; al 47esimo Jackson prova un piazzato da oltre metà campo ma lo manca di un niente.
Al 56esimo Jackson manca una liberazione e mette l’ovale in mano a Le Roux che contrattacca, trova due piloni sulla sua strada, se li fuma, serve Ruan Combrinck che livella Jackson e schiaccia in bandierina; Jantjies trova una grande trasformazione e porta i suoi sul 10 a 19.
Neanche il tempo di riprendere il gioco e l’Irlanda è in meta con Heaslip che pilota a dovere una rolling maul; Jackson trasforma e riporta i suoi a +16 al 60esimo.
Al 64esimo è ancora Ruan Combrinck il protagonista: l’ala recupera la palla, ara via Payne e mette i suoi sul piede avanzante e nel proseguo dell’azione arriva la meta di Warren Whitley
Gli Springboks riprendono vitalità e al 70esimo trovano nuovamente la meta con Du Toit; la trasformazione è agevole e ormai il gap è pressoché ricucito.
Il sorpasso arriva cinque minuti più tardi quando De Allende apre il placcaggio di Murray e si tuffa in meta; Jantjies trasforma il 29 a 22.
Ormai l’Irlanda è alle corde e subisce anche il piazzato di Jantjies al minuto 80 per il definitivo 32 a 26.

Marcature per Sud Africa: Mete: Combrinck, Whiteley, Du Toit, De Allende Trasformazioni: Jantjies 3 Piazzato: Jantjies
Marcature per Irlanda: Mete: Toner, Heaslip Trasformazioni: Jackson 2 Piazzati: Jackson 4

Sud Africa: 15 Willie le Roux, 14 JP Pietersen, 13 Lionel Mapoe, 12 Damian de Allende, 11 Lwazi Mvovo, 10 Elton Jantjies, 9 Faf de Klerk, 8 Duane Vermeulen, 7 Siya Kolisi, 6 Francois Louw, 5 Pieter-Steph du Toit, 4 Eben Etzebeth, 3 Frans Malherbe, 2 Adriaan Strauss (c), 1 Tendai Mtawarira
A disposizione: 16 Bongi Mbonambi, 17 Trevor Nyakane, 18 Julian Redelinghuys, 19 Franco Mostert, 20 Warren Whiteley, 21 Rudy Paige, 22 Morne Steyn, 23 Ruan Combrinck

Ireland: 15 Jared Payne, 14 Andrew Trimble, 13 Robbie Henshaw, 12 Stuart Olding, 11 Craig Gilroy, 10 Paddy Jackson, 9 Conor Murray, 8 Jamie Heaslip, 7 Rhys Ruddock, 6 Iain Henderson, 5 Quinn Roux, 4 Devin Toner, 3 Tadhg Furlong, 2 Rory Best (c), 1 Jack McGrath
A disposizione: 16 Richardt Strauss, 17 David Kilcoyne, 18 Finlay Bealham, 19 Donnacha Ryan, 20 Sean Reidy, 21 Kieran Marmion, 22 Ian Madigan, 23 Tiernan O’Halloran

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.