Salita al Passo Valbona in Alpago

Passo Valbona, Alpago
Più che un vero e proprio trekking si tratta di un allenamento in montagna per affrontare un dislivello in salita che supera i 1000 metri.
La partenza alle 4:30 della mattina ha fatto si che attorno alle 7:00 si fosse pronti per cominciare il nostro percorso: il nostro punto di partenza è stato Casera Stabili posta a quota 1049m, raggiungibile da San Martino, uno dei paesini dell’Alpago.
La prima parte è abbastanza agevole, all’incirca fino ad una seconda casera, la Casera Scalet Bassa, poi però il sentiero si impenna decisamente e si affrontano 400 metri di dislivello all’interno di un umido bosco di faggi.
Una volta usciti dal bosco il sentiero prosegue in mezzo ad una rigogliosa vegetazione – viste le abbondanti piogge – in cui non mancano delle fastidiose ortiche e si prosegue seguendo le indicazioni per il Passo Valbona; al termine di questo tratto si arriva a una zona di pietraie contornata da grosse lastre calcaree, zona denominata “gli ospedali”. Il sentiero si sposta leggermente per aggirare il caratteristico Col de Piero, per poi accedere alla Busa Toronda, un caratteristico avvallamento di origine glaciale posto a circa 2000 metri in cui abbiamo avuto la fortuna di vedere anche dei camosci.
Nel giro di mezzora, poi, siamo giunti al Passo Valbona, luogo che segna il confine tra la Valcellina e l’Alpago posto alle pendici del Col Nudo. Il tempo di salita è stato di 2h e 20.
La discesa l’abbiamo affrontata per la medesima strada ed è stata ostica; in montagna, paradossalmente, le discese sono più ardue da affrontare delle salite: stanchezza, umidità, sentiero ripido, fanno si che si debba restare molto concentrati. In ogni caso in 1h e 40 siamo ritornati al punto di partenza.

L’Alpago è un luogo tutto da scoprire, sottovalutato e per questo poco frequentato, si presenta con territori selvaggi in cui val la pena perdersi.
Qui sotto ci sono un po’ di foto della escursione

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.